2 novembre 2007

Uffici arredati a Roma: Business Center parco de' Medici





Tre sorelle alla guida di un Centro affari a Roma: amore per il proprio lavoro, serietà e professionalità






Claudia e Giulia Cialini come e quando è nata l’idea di creare un centro affari a Roma?
Circa 15 anni fa.. e tutto grazie alla lungimiranza di nostro padre con il quale all’epoca lavoravamo nella nostra piccola e florida società di servizi, che ha individuato in questo nuovo mercato una buona opportunità ed ha investito in esso.
Quando poi siamo entrati a far parte di un network internazionale del settore siamo state in grado di acquisire quella professionalità ed il know-how che diversamente forse non avremo potuto avere. Nel 2000, dopo l’importante esperienza con il network, abbiamo deciso di camminare con le nostre gambe: un vero e proprio salto di qualità con una nuova sede, del personale ed i primi clienti importanti.

Che ruolo ha il vostro Business Center nella città e qual’è il vostro all’intern del centro?
Abbiamo la fortuna di trovarci in una posizione strategica: lungo l’autostrada Roma Fiumicino che collega l’aeroporto con la città. I nostri clienti hanno scelto di non gettarsi nel caos del centro ma di lavorare guardando il verde dalle finestre dei propri uffici.
Il nostro ruolo predominante è il rapporto commerciale con i potenziali clienti, fornitori, partner ma.. proprio perché siamo un’azienda “a conduzione familiare” all’occorrenza facciamo tutto! Siamo quotidianamente presenti in ufficio e ci piace seguire ogni momento della giornata lavorativa sia per far sentire al cliente acquisito che continuiamo a.. coccolarlo sia perché crediamo nel lavoro di squadra ed amiamo condividere con le nostre due validissime collaboratrici, Stefania e Noemi, oneri e onori.

Due sorelle alla guida di un Centro Uffici. Risorsa? Mai avuto divergenze di vedute?
In realtà siamo tre sorelle! La terza, Laura, si occupa dell’amministrazione del Centro e di alcune società clienti, e si.. le divergenze sono all’ordine del giorno: siamo diversissime in tutto ed abbiamo anche discussioni ma abbiamo imparato a trasformare quello che può apparire un limite in una risorsa. Ci confrontiamo, discutiamo ed alla fine scegliamo la soluzione migliore.
Quello che ci accomuna è l’amore per il nostro lavoro e la serietà e la professionalità con la quale lo svolgiamo e che ci viene riconosciuta dai nostri clienti.

Quali servizi sono più sviluppati?
Il 90% dei nostri servizi riguarda l’ufficio residence unito al supporto segretariale. La vicinanza all’aeroporto ci permette di lavorare molto anche con i transiti e sale riunioni.

Quelli che prevedete potranno avere maggiore sviluppo nel futuro?
Senz’altro l’ufficio virtuale anche se crediamo che, per questioni d’immagine, i clienti preferiscano essere domiciliati in vie prestigiose quali quelle del centro città.
Inoltre l’uso del day office e delle sale riunioni sono senz’altro riconosciuti ormai come valide alternative al classico albergo.

Quali caratteristiche si devono possedere per essere una “segretaria virtuale?”
Innanzitutto deve amare il proprio lavoro, avere tanta pazienza ed buona capacità di problem solving e soprattutto… saper “sorridere al telefono” .

Qual’è la tipologia di cliente che frequenta il centro?
Prevalentemente responsabili commerciali di aziende del settore informatico del centro-nord, ma anche aziende romane che hanno creduto nel business center come formula vincente e sono con noi da diversi anni. La vicinanza con l’aeroporto ci ha fatto diventare un punto di riferimento importante inoltre per aziende che svolgono selezione di personale e che vogliono ottimizzare i tempi di trasferta dei loro consulenti.

I clienti che vi contattano come vi hanno conosciuto?
Le statistiche ci dicono: internet! In ottima posizione c’è il passa parola tra i clienti.

Differenze tra clienti italiani e stranieri….
Sicuramente il cliente straniero ha un approccio molto più…. easy! Probabilmente questione di cultura e di abitudine allo space-sharing.. l’italiano è più legato ad una mentalità più tradizionale di concepire l’ufficio e ….. soprattutto legato all’euro!

Il temporary office è una realtà ancora poco conosciuta. Quale sarebbe una buona idea per pubblicizzare ancora di più questo nuovo mercato ?
Questa è una domanda che ci poniamo quotidianamente tutti noi imprenditori del settore! Possiamo avere la domanda di riserva?

Avendo a che fare con clienti diversi è mai capitato qualcosa di strano, curioso, divertente….?
Un cartomante “piuttosto in carne” ha utilizzato il servizio day office e dopo una giornata di “duro lavoro” è stato trovato dalla segretaria che dormiva sornione, si è svegliato all’improvviso sobbalzando…. la poltrona naturalmente non ha retto!

Come valutate il network di uffici arredati?
E’ senz’altro una vetrina interessante. Il successo ottenuto è segno della volontà dei gestori dei business center di prefiggersi obiettivi concreti e lavorare insieme per conseguire risultati sempre raggiungibili dal singolo. Possiamo affermare, in tutta trasparenza, di non aver ancora siglato un contratto ma di aver avuto momenti importanti di confronto con i colleghi, scambio di esperienze e nuove informazioni e questo non è poco!

Ad un potenziale cliente che è interessato ai servizi del vostro centro cosa direste……?

Siamo “efficaci ed efficienti” e soprattutto sorridiamo! Metteteci alla prova.



Eva Luberto per UfficiArredati.it

1 commenti:

ermanno ha detto...

Vorrei complimentarmi con le sorelle Cialini che conosco personalmente, dall'intervista traspare la loro innata simpatia!
Buon lavoro.

Ermanno