8 dicembre 2007

Very Office Prato le foto del 1 Dicembre


Sabato 1 dicembre sono stato in "trasferta" in Toscana, per la precisione a Prato dove ha inaugurato il primo business center della città. In toscana è ora possibile usufruire di tutti i servizi dei business center a Firenze, con la storica sede Executive sapientemente diretta da Fulvia Finelli ed a Prato con le colleghe Cinzia Cresti e Catia Coppini di Very Office. La sede di Prato si inserisce in un territorio molto attivo imprenditorialmente e con fame di servizi, presso Very Office sarà possibile noleggiare uffici arredati ed attrezzati anche solo per poche

ore, spazi da utilizzare come show room, sale formazione ed usufruire di servizi di domiciliazione ed ufficio virtuale. All'interno del centro ufficio di Prato oltre 9 uffici elegantemente arredati, un'ampia sala riunione, uno spazio molto anglosassone dove poter preparare la propria pausa pranzo in assoluto relax ed indipendenza. Gli spazi sono luminosi, arredati con gusto e ad accogliervi troverete la simpatia e la professionalità di Catia e Ciniza, alle colleghe un grande in bocca al lupo.

Very Office Prato Via Traversa Pistoiese, 83 - Tel 0574 61341 - Centro prenotazioni 800 090 130

7 dicembre 2007

Gianluca Conversano, chi è?

Perchè Gianluca Conversano? Perchè in questi ultimi giorni sul sito di Uffici Arredati attraverso Google Analytics ho riscontrato diverse visite con chiave di ricerca Gianluca Conversano principalmente provenienti dal motore www.live.it (www.msn.it). Mi sono chiesto chi fosse Gianluca Conversano e perchè il motore di ricerca proponesse il nostro sito. La risposta è che live.it legge dal nostro sito Gianluca (Gianluca Mastroianni) e Conversano (Cube Believing - Conversano) e propone www.ufficiarredati.it/ come risposta alla ricerca di Gianluca Conversano (provare ricercare). Ora Gianluca Conversano non è famoso (gli auguro di diventarlo) ma partecipa al programma Amici di Maria de Filippi e quindi telespettatori, fans, amici e parenti cercano informazioni sul web. Questo dimostra però come i motori di ricerca leggano ciò che noi scriviamo, non analizzano perchè non in grado di farlo e propongo ad una precisa domanda una risposta completamente errata. Sicuramente dopo questo post riceveremo ulteriori visite di qualcuno che cerca o cercherà Gianluca Conversano. Aggiungo che su yahoo.it in prima pagina cercando Gianluca Conversano non viene proposto il nostro portale, stessa cosa su Google, Altavista e Virgilio.

Believing, l’incubatore italiano di imprese innovative

Innovazione e creatività sono i primi biglietti da visita di Gianfranco Chiarappa: in questa intervista ricca di acuti spunti di analisi, emergono poi passione e intelligenza di un imprenditore che sa guardare oltre i confini.

Gianfranco Chiarappa, lei oltre ad essere parte attiva di Uffici Arredati, è ideatore e proprietario di Believing, un incubatore di imprese.
Di che cosa si tratta?

Believing è un’idea molto originale nel campo dell’innovazione di impresa.Sviluppiamo vari progetti imprenditoriali altamente innovativi mettendo a disposizione per ognuno servizi e capitali iniziali, affidando al management la gestione del progetto.
Realizziamo il processo di start up portando avanti contemporaneamente più imprese, in settori diversi tra loro.Quindi diverse organizzazioni in un unico contenitore, il Believing.I progetti su cui stiamo attualmente lavorando vanno dal settore informatico, all’agroalimentare, ai media, ai servizi alle imprese.Le nostre idee non provengono solo dal nostro centro, ma perlustriamo anche tutto il territorio italiano per cercare nuove idee e nuovi imprenditori.



Quanto dura, indicativamente, un periodo di incubazione?
Dipende. Lavoriamo attraverso uno strumento che si chiama: il “portafoglio dell’innovazione”, ovvero una cartella virtuale all’interno della quale vi sono le idee, i progetti e nuove ventures.Le idee allo stato “grezzo” vengono inserite dallo staff di Believing o portate dall’esterno. Quelle meritevoli potranno essere messe alla prova nel mercato.Realizziamo una prima sperimentazione che può durare 6-12 mesi; possiamo così trarre indicazioni importanti che ci consentono di continuare il progetto, o addirittura di decidere di sospenderlo.Infatti se il presupposto base viene a mancare si può sospendere il progetto attuando una strategia di uscita soft dal mercato.I progetti che superano la fase “beta” passano poi a livello di impresa, ovvero allo stato di nuove ventures.In questa fase si cercano i partner finanziari per aumentare e capitalizzare le risorse e si determinano i premi di partecipazione per il management.


In una sua affermazione leggo:’ Per dare il meglio di sé è necessario che ognuno trovi la propria missione di vita. La mia missione è quella di aiutare individui e organizzazioni a trovare la loro. Guidare le persone verso traguardi impossibili, vivere gli insegnamenti cristiani, creare valore aggiunto per l’umanità, far nascere un mondo al quale gli altri desiderino appartenere..’


Insegnamenti cristiani , uniti alla storia millenaria della sua regione e innovazione; tradizione e innovazione sono concetti coniugabili nel concetto di impresa?
Sicuramente. Le imprese non possono più lavorare solo per il profitto.C’è sempre una rinnovata attenzione all’etica di impresa, che significa anche rispetto per l’ambiente e sviluppo delle risorse umane della propria organizzazione.Tuttavia se questi “temi” li si considera come leve di marketing con il solo scopo di un maggior guadagno, i risultati saranno di breve periodo.L’impresa deve essere pensata come impresa sociale, capace di fare del bene, di migliorare il modo in cui la gente vive, pensa e lavora; accanto al profitto vi deve essere spazio anche per l’uomo.L’impresa deve avere un’anima.

Il tempo gioca sempre a favore delle persone di grande intelligenza. Infatti a 29 anni lei è imprenditore e consulente a sua volta di imprese; intelligenza e, cos’altro la contraddistingue?
La passione verso l’impresa. La passione è contagiare gli altri. In Believing si respira l’entusiasmo e la passione proprio perché, spesso, sviluppiamo cose che vanno oltre la nostra immaginazione; stiamo costruendo una sorta di rivoluzione silenziosa.

La creatività non è solo fantasia,ma è porsi obiettivi e saperli realizzare; così la sua creatività ha giocato un ruolo fondamentale della creazione di questo business;.
Mi potrebbe dare una dimostrazione della sua creatività? Per esempio Se avesse una bacchetta magica quale servizio o prodotto nuovo sul mercato crerebbe?
Quelli che già stiamo incubando ;-)
Believing Cube è uno di questi. E’ un business center innovativo, che offre ambienti di lavoro pronti per l’uso per mobile workers, microimprese e liberi professionisti. Nella prima sede in Puglia mettiamo a disposizione Uffici arredati e attrezzati, Sale per riunioni, formazione e conferenze, showroom e servizi di domiciliazione che consentono di essere immediatamente operativi e flessibili nello sviluppare la propria impresa. Tutto questo mettendo le persone e le idee presenti nel Cube in relazione tra di loro. Insediarsi nel Believing Cube significa coniugare la flessibilità delle piccole organizzazioni con le economie di scala tipiche delle grandi. Di qui la nostra partnership con ‘Uffici Arredati’.

Della classe imprenditoriali italiana si parla di mancanza di responsabilità sociale, di povertà morale e poca innovazione.
Lei che gestisce e sviluppa progetti d’impresa cosa ne pensa dell’attuale classe imprenditoriale? L’imprenditore italiano in cosa è carente?

Penso che vi siano ‘’eccellenze’’ che sono però nascoste dalla massa; la situazione in Italia è un po’ particolare. L’Università attuale non forma l’imprenditore tipico italiano, bensì forma manager con un bagaglio tecnico applicabile in contesti di medio-grandi imprese. L’ Italia invece è fatta di microimprese, piccole aziende con 3/4 dipendenti, i cui imprenditori hanno fatto sul campo il loro “Master in Business Administration”.L’imprenditore italiano è un imprenditore che si rimbocca le maniche, operativo e pratico, che applica la creatività tutta italiana alla risoluzione dei problemi, ogni giorno.


L’impresa è l’oggettivazione delle capacità intellettuali e morali di chi l’ha creata, di chi la fa fiorire, di chi la governa.
Invece per lei, l’imprenditore è la propria azienda o ha la propria azienda?

E’ la propria azienda; io poi la vivo come estensione dei miei valori.Believing nasce infatti dopo un periodo di profonda riflessione, per questo mi è facile identificarmi in questo progetto.Infatti è necessario che le persone conoscano il mio spirito,in modo da considerare positivamente poi le iniziative imprenditoriali che partono da Believing.Personalmente a livello di impresa, mi ispiro a modelli che non sono italiani, come Stelios di Easyjet o Richard Branson di Virgin, che riuniscono al loro interno progetti imprenditoriali diversi fra loro, accomunati da una Brand che li rappresenta.


Ad un professionista come lei, non posso non chiedere se ha dei suggerimenti per il network di ‘Uffici Arredati’..
La grande possibilità con
Uffici Arredati è aprire il mercato di coloro che sono mobile workers e delle micro-imprenditorialità che necessitano di spazi.Infatti se si riuscirà a far comprendere i vantaggi economici e relazionali che derivano dall’affidarsi ad un business center, si aprirà un mercato enorme. Quindi vedo come Uffici Arredati come portatore di soluzioni logistiche per le imprese.




Elisa Pelliciari per Uffici Arredati

6 dicembre 2007

Uffici arredati:prezzo unico in tutta Italia

I Business Center di Uffici Arredati.it e Italy Office Rental.com, venerdì 16 Novembre a Roma hanno sancito un momento che mi permetto di definire storico per il mercato italiano del noleggio di uffici arredati e attrezzati.
Di comune accordo è stato infatti deciso di fissare la tariffa a giornata per il noleggio di un ufficio arredato ed attrezzato a € 80,00+Iva 20%.
Al momento hanno confermato la propria disponibilità ad applicare questa tariffa i centri uffici della Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Campania, Sicilia.
Altri ci auguriamo aderiranno a breve.
Il significato della tariffa unica, nonostante le differenze di mercato, di posizione geografica, di immagine, di esperienze, è fondamentale per far percepire ai clienti, potenziali e acquisiti, l'esistenza di un gruppo, di una coesione forte pur nell'indipendenza di ciascun centro aderente.
Ritengo che lo possiamo considerare un grande successo, perché fino ad ora non è mai stato fatto niente del genere in Italia né, credo, all'estero.
Due anni fa, quando parlavo della tariffa unica come uno degli obiettivi del nostro network, questa sembrava una chimera. La cosa veramente bella e gratificante è la comunione di intenti di colleghi e amici che, intorno ad un tavolo ed in meno di trenta minuti, hanno trovato un accordo importante superando ogni sorta di ostacolo.
Non so cosa questo potrà significare in termini di maggiore fatturato a breve. Sono certo però che aver scelto di avere un prezzo unico ci darà un ritorno di immagine: i clienti avranno la sicurezza di poter lavorare in sedi diverse senza dover trattare di volta in volta un prezzo di noleggio.
Quanto prima daremo ai clienti anche la possibilità di acquistare pacchetti di giornate da utilizzare nei vari centri aderenti: avranno così la comodità di una fatturazione unica e contemporaneamente l'opportunità di fruire di servizi a Catania come a Milano, a Roma, Firenze, Brescia, Modena.
Un grazie di cuore a tutti i colleghi di Uffici Arredati, che tutti insieme stanno muovendo il mercato degli uffici a noleggio verso nuove opportunità e una nuova, grande UNICA realtà.
Gianluca Mastroianni info@ufficiarredati.it 800 090 130

5 dicembre 2007

Compleanno del primo portale degli uffici a tempo



Qualsiasi avvenimento si stia aspettando il conto alla rovescia lo rende ancora più speciale e desiderato, un conto alla rovescia in tempo reale che ci permette di vedere quanto manca al nostro avvenimento speciale: secondo compleanno per ufficiarredati.it, primo portale italiano sviluppato per la ricerca di uffici arredati in Italia.
In questi ultimi 2 anni i centro uffici aderenti al portale sono aumentati; Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia, Calabria, Svizzera sono le 12 regioni che con 22 città soddisfano le richieste dei clienti alla ricerca di uffici pronti, servizi di domiciliazione, affitto sala riunioni, segretariato a distanza .

Cresciamo mese dopo mese con nuovi uffici arredati e con nuovi visitatori del sito.

Eva Luberto - MBCenter Srl

Due motori di ricerca contemporaneamente

Pensate che possa essere utile avere a disposizione due motori di ricerca contemporaneamente? Ad esempio nella parte di sinistra dello schermo Google e in quella destra Yahoo, Msn e vedere contemporaneamente le risposte alle vostre ricerche?

Se ritenete utile questa funzione potete provare la versione italiana di SearchBoth.it che utilizza i dati dei motori che voi sceglierete e vi dividerà in due lo schermo consentendo di avere maggiori informazioni a disposizione.

IDOL: nuovo motore di ricerca

Mike Lynch, fondatore ed amministratore delegato di Autonomy, azienda inglese che progetta software, sta per lanciare la nuova versione di IDOL, programma di ricerca avanzata. Con Idol la ricerca procede per concetti; per esempio digitando la frase “ Dove è morto Garibaldi” non si ottiene come accade con Google la morte di Andrea Parodi voce dei Tazenda o il Bicentenario Garibaldi ma subito l’informazione voluta, vale a dire Caprera.
Sono 40 milioni i documenti su internet che contengono informazioni multimediali, spesso non correlate tra loro, perché ai testi vengono associate fotografie e filmati; cosi Idol si prepara a battere Google e gli altri motori di ricerca che riportano risultati in eccesso facendo consultare per comodità e semplicità solo le prime pagine.
In futuro la ricerca Web 2.0 scenderà in campo con la pattern recognition, processo che consente di riconoscere le informazioni in base alle caratteristiche principali grazie a dei programmi che riproducono i modelli dei neuroni del cervello. In questo modo si riesce anche a riconoscere i volti umani partendo da alcuni tratti, in campo letterario si cercano frasi all’interno dei testi o si analizzano semplici particolari per riconoscere quadri e dipinti.
I ricercatori della società Autonomy stanno anche lavorando ad un progetto che prevede di cercare informazioni all’interno di programmi televisivi e filmati in formato digitale.

Eva Luberto-MBCenter
Sintesi di articolo tratto da Corriere Economia del 03/12/07

4 dicembre 2007

Detrazione iva durante congressi

Dal prossimo 1 Gennaio 2008, l'Iva sostenuta per ristorazione e servizi alberghieri durante lo svolgimento di convegni, congressi, compresi anche seminari, incontri e aggiornamenti professionali e relativa a servizi alberghieri e ristorazione potrà essere integralmente detratta. La condizione per l'integrale detrazione è che l'iva sui servizi alberghieri e di ristorazione venga addebitata separatamente in fattura.

Uffici arredati, domiciliazione, ufficio virtuale....i servizi di Office & Service a Cosenza


Office & Service: Uffici Arredati a Cosenza
Tanta cordialità e simpatia da parte della signora Maria Pina, promotrice della filosofia del ‘cliente soddisfatto’.


Come è nata l’idea di creare un business center nella sua città?
Per noi è stata un’idea particolare, che ha avuto origine dalla considerazione che un ufficio possa essere un’immagine moderna ed evolutiva.
Come si sa nelle nostre zone si ha un’idea poco elastica di ufficio; avendo presente la realtà del Sud e della Calabria, con il nostro servizio vogliamo rappresentare un sostegno diversificato alle aziende o ai liberi professionisti.
Per il nostro centro rappresenta una sfida.
Come vi siete affermati sul mercato locale?
Internet, pubblicità cartacea, fiere o altro..?

A livello pubblicitario abbiamo utilizzato internet, inanzitutto creando un nostro sito.
Inoltre abbiamo posizionato nei luoghi commerciali della nostra città cartelloni striscioni e brochure.
Internet come strumento indispensabile di comunicazione e marketing, lei cosa ne pensa?
Internet è un mezzo potente, importantissimo.
Nel settore commerciale e professionale utilizzare questo forte strumento è indispensabile: è come essere dotati di una marcia in più!
La partecipazione delle donne al mercato del lavoro è un importante risorsa, ma sono ancora tante le barriere poste alle figure femminili; lei ha incontrato difficoltà nell’avviamento di un servizio così innovativo come l’affitto temporaneo di uffici?
NO anzi!
E’ proprio dal punto di vista comunicativo che la figura femminile gioca le sue carte migliori; più sensibili e meno rigide o schematiche degli uomini, una donna incontra meno difficoltà a relazionarsi e a comunicare, si presentano “più aperte” a livello professionale.
Questo a livello generale; ogni persona poi ha un carattere diverso quindi tutto risulta soggettivo.
Che tipologia di servizi offre il suo business center?
Al momento offriamo il servizio di ufficio temporaneo legato al servizio di segreteria; questo in particolare è la nostra carta vincente.
Inoltre disponiamo di sale riunioni, spesso utilizzate da associazioni per i loro incontri.
Tra i suoi servizi, viene proposta la linea telefonica con segreteria virtuale? Cosa si intende?
Il nostro servizio di segreteria virtuale è legato all’affitto dell’ufficio arredato.
Tramite la segreteria virtuale il cliente comunica sia in entrata, sia in uscita: è un servizio che consente di rispondere in modo personalizzato su un numero già attivo oppure si può creare un nuovo numero per il cliente stesso.
Quindi con questo servizio ci occupiamo di ricevere le telefonate del cliente, fissando i loro appuntamenti.
Vi sono servizi che potranno avere maggiore sviluppo nel futuro?
Sicuramente il nostro centro cercherà di sviluppare il servizio di segreteria virtuale, non trascurando però l’affitto temporaneo dei nostri uffici
Molti hotel propongono l’affitto di sale riunioni e spazi, per incontri di lavoro; teme questo tipo di concorrenza?
Gli hotel, offrendo a volte il nostro stesso servizio, effettivamente rappresentano una concorrenza da considerare
La nostra offerta però non riguarda solo l’affitto di spazi fisici: il nostro centro è dotato soprattutto di strumenti e servizi professionali.
Ad un potenziale cliente come descriverebbe il vantaggio di affidarsi ad un business center?
Il vantaggio consiste proprio nei servizi professionali e specifici che un business center può offrire a differenza di un hotel.
Inoltre il nostro centro segue da vicino e in modo dettagliato il cliente.

Chi sono i vostri clienti?

Non c’è una vera e propria clientela standard: usufruiscono del servizio di temporary office liberi professionisti, associazioni, medici, agenti di commercio, aziende.
Come valuta il network di Uffici Arredati?
Ho valutato questo supporto in modo ottimale.
Infatti alcuni nostri clienti hanno attività che li obbligano a muoversi sul territorio nazionale; essere partner di
Uffici Arredati significa anche saper suggerire al clienti altri business center sul territorio; questo è un importante servizio aggiuntivo.
Inoltre a livello psicologico è importante; è come avere un collega!
Quali consigli vi sentireste di dare ad un business center alle prime armi?
OFFICE & SERVICE ha aperto da solo un anno!
Quindi sono consigli che io stessa ricerco nei business center con più esperienza.
Suggerisco estrema professionalità, ma anche molta attenzione a ciò che il cliente cerca o chiede.
Per questo il nostro centro ha adottato la filosofia del ”cliente soddisfatto”; dimostrando cura e attenzione verso le esigenze della clientela, questa non potrà fare altro che parlare positivo del nostro centro, dei nostri servizi.
Scatta così il meccanismo del passaparola che potrebbe portarci nuova clientela.
Questo lavoro è molto interessante,proprio perché si è contatto con clientela diversa,non vi è sola tipologia di fruitori dei nostro servizi




Elisa Pelliciari per Uffici Arredati

3 dicembre 2007

Internet, zona libera da ogni regola?

E’ giusto considerare Internet una zona libera da ogni regola? E se non lo è quali regole ci devono essere e chi le deve fissare?
Il mese scorso la libertà di espressione in rete è stata fortemente compromessa perché il Consiglio dei Ministri ha approvato una legge sull’editoria che prevedeva l’obbligo d’iscrizione per tutte le pubblicazioni in internet (compresi blog, siti associativi e amatoriali) al Registro degli operatori della comunicazione. In migliaia hanno protestato nonostante fosse stato garantito che i blog (nel mondo sono più di 112 milioni) non sarebbero stati toccati dal provvedimento finchè lo scorso 8 novembre è stato deciso che nessuna legge sulla stampa sarebbe stata applicata ad internet.
Stefano Rodotà, ex presidente dell’Autorità garante per la privacy nonché coordinatore del Comitato consultivo sulla governance di Internet (attivato dal Ministero della Funzione pubblica) sostiene da tempo che le regole ci vogliono ma a fissarle devono essere gli stessi interessati attraverso procedure di autoregolamentazione (netiquette) implementata da una vera e propria Carta dei diritti della rete. Lo stesso sostiene ancora che i politici continuano ad avere una percezione inadeguata della comunicazione in rete e se non si decidono a fissare i diritti e i doveri fondamentali dei cittadini della rete a fissarli saranno il mercato e le grandi imprese private imponendo i propri interessi. Quindi bisogna non inventare nuove regole ma stendere un repertorio di quelle già esistenti perché “Chi invece si ostina a difendere il principio che tutto dev’essere abbandonato alle dinamiche spontanee della rete non si rende conto che, in questo modo, spiana la strada alla legge del più forte”.


Eva Luberto- MBCenter Srl