13 marzo 2008

Deducibilità spese telefoniche fisso e mobile.

Ne aveva parlato Fulvia Finelli più di un anno fa, il 7 febbraio del 2007: la deducibilità delle spese telefoniche. Aveva scritto Fulvia che la nuova Finanziaria relativa all'esercizio 2007, riduceva la deduzione dei costi di telefonia fissa dal 100% al 80% e che tale argomento poteva giustamente essere utilizzato in sede di trattativa con il cliente in quanto questi ricevendo in fattura i costi (telefonia) addebitati come servizi ne traeva il beneficio al 100%. Richiamo questo argomento perchè è questo il periodo della chiusura dei bilanci. Aggiungo anche ( a nostro svantaggio) che se dal 2007 i costi di telefonia fissa sono deducibili al 80% quelli di telefonia mobile sono saliti al 80% (sono ragioni che aggiunte con i tanti contratti telefonici per le imprese, l'uso di telefonia via web ha determinato una notevole contrazione del traffico telefonico come servizio erogato dai centri uffici). Dal 1°gennaio 2008 inoltre l'iva sul traffico telefonico mobile e sull'acqusito, noleggio e locazione di cellulari sarà detrabile al 100% a patto che il bene venga utilizzato interamente per l'attività d'impresa.

2 commenti:

Management Service Lecce ha detto...

La novità di quest'anno consistente nella totale detraibilità IVA sull'acquisto e sulle spese di impiego della telefonia mobile per effetto dell'abrogazione dell'art. 19-bis 1 lettera g), è stata accolta con ottimismo dalla generalità dei contribuenti.
Non tutti sanno però che per il quinquiennio 2008-2012 una specifica quota dei controlli fiscali sarà indirizzata alla verifica delle aziende che hanno detratto tale imposta in misura superiore al 50%.
...Beneficio fiscale o sistema di libertà vigilata?
Quindi colleghi ben attenti a non eccedere con le spese di traffico telefonico mobile quale strumento di abbattimento dell'Iva periodica.

Saluti a tutti

Lucia

Gianluca Mastroianni ha detto...

Approfondimento giustissimo Lucia.In effetti se non erro si suggerisce equo il 50% della detrazione delle spese del cellulare (si ritiene che il restante 50% siano imputabili ad usi non professionali) per non incorrere in un quasi naturale controllo.