21 luglio 2008

Chi è Dorando Pietri?



Nato nel lontano 1885 in una piccola frazione di Correggio, abiterà a Carpi, ma il suo lavoro lo porterà in viaggio fra Europa e America.
A Correggio, una statua in sua memoria capeggia all’ingresso della nuova pista di atletica.
Carpi invece, onorerà la sua figura con un opera intitolata “La vittoria è di Dorando’’, posizionata nella rotonda fra tre vie principali, via Cattani, via Ugo da Carpi, via Mulini: questo monumento verrà scoperto il 24 luglio alle ore 12.00.

Il ricordo di questo atleta rende onore non solo ad entrambe le città, ma all’intera Italia: Dorando Pietri fu un grande maratoneta, la cui storia fece il giro del mondo, soprattutto per l’aneddoto più famoso, che lo rese “l’emblema della vittoria persa”.
Promessa della maratona italiana , Il 24 luglio 1908 non deluse le aspettative: durante la maratona delle Olimpiadi di Londra, primeggiò nella seconda parte della gara, per poi giungere stremato al traguardo, sorretto da due soccorritori.
Un aiuto che venne considerato una facilitazione nella sua vittoria, che gli costò la squalifica e la cancellazione dall’ordine di arrivo dalla maratona.
Un dramma che segnò la sua vita ma non abissò il suo talento: da quel momento in poi infatti, la sua carriera da maratoneta fu intensa e costellata di continue vittorie, New York, Buenos Aires, Goteborg.
Ammirato a livello nazionale ed internazionale, Dorando Pietri fu premiato in Inghilterra dalla regina Alessandra, la quale gli consegnò una coppa d’argento dorata, come compensazione di quella mancata vittoria londinese.


A distanza di un secolo, giovedì 24 luglio Carpi renderà omaggio ad uno dei suoi più famosi concittadini, celebrando il centenario della maratona olimpica di Londra del 1908.
La giornata avrà un ricco programma: si aprirà con l’emissione dell’annullo postale in Piazza Martiri, a seguire la celebrazione religiosa nel Duomo, l’inaugurazione della mostra Dorando Pietri “Tra mito e realtà”, l’intitolazione di una strada alla "Maratona olimpica - Londra 1908’’ e infine la scopertura del monumento alle ore 12.00.

O&A Centro Affari è lieta di ricordare la celebrazione di questo centenario, che avverrà interamente nel centro storico di Carpi.
Un evento dal grande significato simbolico che assieme ad altre iniziative culturali, festival e concerti rendono questa città un imperdibile luogo turistico, ma anche un ambiente ideale dove poter sviluppare la propria attività.
O&A Centro Affari infatti è presente sul territorio di Carpi con due sedi: ogni cliente potrà affittare un ufficio godendo soprattutto di un contesto ricco e stimolante all’interno di una città che vanta una posizione strategica, situandosi fra Modena, Reggio Emilia e Mantova.
Accorrete a Carpi, non ve ne pentirete!

Pelliciari Elisa per O&A CENTRO AFFARI

1 commenti:

Uffici Arredati ha detto...

Mi fa sempre piacere leggere i post di Elisa. Avete sempre e da sempre adottato una linea informativa + commercile. Utilizzate i post del blog per informare e "far parlare" dei nostri servizi.
In questo caso poi parliamo di un evento di rilevanza non solo nazionale, in cui le rigide regole dello sport (a volte poco applicate oggi) hanno dato più lustro allo sforzo sportivo.