15 luglio 2008

La newsletter cambia volto

La scorsa settimana abbiamo inviato la nwsletter zero, in realtà abbiamo sempre inviato nei mesi passati delle informative ai colleghi del network ma utilizzando il tradizionale outlook o una semplice email testuale.

In questi giorni mi sono addentrato nella lettura di un buon libro di email marketing (non l'ho ancora terminato per altro), ho riscontrato che molte delle cose che vanno fatte, le facciamo e altre no.

Essendo pragmatico, mi sono messo al lavoro, ho cercato alcune piattaforme utili allo scopo (ovviamente adword Google mi ha aiutato) ne ho trovata una delle tanti negli Stati Uniti. Debbo dire che è totalmente in lingua inglese per ora, ma il supporto online è quasi sempre operativo e molto efficiente. Qualche giorno di lavoro e il risultato è l'immagine in alto.

Il risultato grafico è però solo una piccola parte del lavoro! Il tool consente di sapere quasi in tempo reale chi ha ricevuto l'email, chi l'ha aperta, chi e dove ha cliccato ... tutta una sera di informazioni utilissime. C'è quindi dopo l'invio un lavoro di ottimizzazione con pulizia data base. Certamente cominceremo a profilare i contatti per generare un data base dettaglio con iscritti e interessati a uffici, domiciliazione, segretariato telefonico.


Al momento mentre scrivo ricevo delle email bellissime dai colleghi felicissimi per la newsletter - Grazie

1 commenti:

Uffici Arredati ha detto...

Aggiungo che la cosa che mi stupisce di più è la possibilità di sapere se le news sono state ricevute, lette e se qualche link è stato cliccato.
Ovviamente con alcuni limiti che non sto qui ad illustrare.
Rovescio della medaglia è l'invasione nella sfera altrui che questi strumenti oggi consentono.
Non mi stupirei se un giorno aprendo Google o un sito di contenuti, ci venisse proposto qualcosa che noi ci apprestassimo a cercare nel web......