7 luglio 2008

Voip in poche parole lo rendiamo semplice

In più di qualche circostanza abbiamo parlato di Voip, vantaggi, opportunità, costi.
Non tutti i però conoscono il Voip o sanno cos'è. Con l'aiuto di Emiliano Mastroianni, collaboratore presso il laboratorio di informatica dell'Università di Cassino (Fr) cerchiamo di capire meglio questa tecnologia. Per chiarimenti potete contattare direttamente l'autore del post all'indirizzo: e.mastroianni@unicas.it

Introduzione alla telefonia
Negli ultimi decenni le reti di telecomunicazione stanno evolvendo rapidamente e non da meno la rete telefonica. Tale evoluzione ha origini ormai lontane quando l’uomo, iniziò sentire l’esigenza di dover comunicare anche a lunga distanza per mezzo di strumenti che via via si sono andati ad evolvere: si pensi ai segnali di fumo o di fuoco, al telegrafo, per arrivare in ultimo alle linee telefoniche. Sono proprio quest’ultime che oggi giorno stanno giungendo ad un cambio “generazionale” passando dalla tradizionale PSTN all’attuale VoIP. La telefonia tradizionale resta comunque di riferimento dal punto di vista della qualità rendendola metrica comparativa con il VoIP.

VoIP
Il VoIP (Voice over IP) rappresenta la fruizione del servizio telefonico per mezzo della rete IP ossia la rete a pacchetto, tipica di Internet e delle reti Intranet aziendali, cosa ben diversa dalla telefonia tradizionale che si basa sulla rete a commutazione di circuito. Commutazione di circuito significa dire che nel momento in cui un utente vuole contattare un altro utente componendo il suo numero di telefono, viene ad istaurarsi un cordone ombelicale tra i due telefoni, appunto il circuito, tale rendere attivo e privato tale canale per tutta la durata della comunicazione. Tutt’altra cosa avviene nella rete a commutazione di pacchetto in cui, generalmente, non viene a crearsi un canale privato tra il mittente ed il destinatario bensì il canale preesistente è condiviso non solo tra le varie call, ma anche con altre tipologie di dati come le pagine web; dove il percorso dei pacchetti può variare durante la conversazione. Chiaramente, come viene spesso detto in ambito ingegneristico, si ha il problema “della coperta troppo corta” questo per dire che non esiste la tecnologia per eccellenza bensì se da un lato se ne preferisce una dall’altro se ne preferisce l’atra. Infatti, mentre la rete telefonica tradizionale garantisce che per tutta la durata della conversazione il canale resta privato e quindi garantisce riservatezza ed in particolare qualità della comunicazione, dall’altro ha lo svantaggio che tale canale e quindi tale risorsa, rimane stanziata nonostante le lunghe pause presenti in una conversazione, basti pensare che in una comunicazione parla un interlocutore alla volta nonostante il canale permetta il cosiddetto full duplex ossia la conversazione contemporanea di entrambi. Chiaramente il non avere un canale garantito per tutta la conversazione VoIP fa si che tale servizio risulti drammaticamente dipendente dallo stato del canale in termini di congestione. Infatti il traffico VoIP, nella quasi totalità dei casi, si trova nella situazione di dover condividere il canale con altre tipologie di traffico come il web, posta elettronica, p2p etc… rendendo il servizio di bassa qualità. Questo è dovuto al fatto che il VoIP come la maggior parte delle comunicazioni multimediali, hanno stretti vincoli in termini di ritardi di pacchetti ma soprattutto in termini di variazione di questi, rendendo quindi necessaria l’adozione di politiche di Qualità del Servizio. Attraverso la qualità del servizio non si fa altro che classificare il traffico secondo tipologie, ad esempio la richiesta di una pagina web ha come vincolo prioritario l’affidabilità della comunicazione in termini di garanzia di arrivo dei pacchetti e bassa priorità in termini di tempistiche (chiaramente ciò non significa che è indifferente ai tempi di percorrenza dei pacchetti nel canale ma solo che non è un aspetto prioritario ossia indispensabile per il buon funzionamento) apparterrà ad una classe, mentre un servizio multimediale come ad esempio il VoIP che ha vincoli sulle tempistiche invece è tollerante sulla perdita di qualche pacchetto, apparterrà ad un’altra classe. Una volta classificati i pacchetti transitanti nella rete, sarà compito dei dispositivi che ne favoriscono il passaggio dare precedenza a taluni piuttosto ad altri attraverso la visione della classe di appartenenza. Ciò è sempre più complicato man mano che aumenta la dimensione dell’infrastruttura di rete e quindi la relativa quantità di traffico trasportata; ciò è spesso causa di cattiva qualità audio in una comunicazione VoIP.
Sicuramente la motivazione che spinge molti utenti ad usufruire del VoIP sta nel fatto che tale tecnologia permette di telefonare a fronte di spese ridotte rispetto alla telefonia tradizionale. E’ chiaro questa motivazione se pur importante è per certi aspetti riduttiva in quanto la novità sostanziale introdotta è data dalla possibilità introdurre multimedialità di altro tipo nella conversazione, permettendo quindi la messaggistica, la videoconferenze, l’invio di file etc… Non solo, esistono numerosi prodotti, anche gratuiti, che permettono di realizzare un centralino telefonico aziendale attraverso il quale è possibile interfacciare la linea telefonica tradizionale esterna ad un’azienda alla linea telefonica VoIP intraaziendale e quindi realizzare una struttura VoIP tale da eliminare gli ingombranti telefoni tradizionali per ogni dipendente integrandoli nel desktop per mezzo di un client software; in sintesi si usa il proprio pc della scrivania anche come telefono. In Tale scenario si nasconde un importante vantaggio per un’azienda, infatti mentre senza una struttura VoIP interna al posto di quella tradizionale, l’azienda dovrebbe avere del personale specializzato a svolgere manutenzione sulla rete telefonica tradizionale interna ed un personale specializzato per rete lan sempre interna, optando al VoIP intraaziendale si avrebbe un unico personale specializzato sulle reti lan visto che, come stato detto in precedenza, sia il traffico VoIP che il generico traffico di una lan vengono veicolate sullo stesso supporto.

2 commenti:

Uffici Arredati ha detto...

Ovviamente non possono nascondere il rapporto di parentela con l'autore dell'articolo che è a disposizione per ogni e.mastroianni@unicas.it

GIOffice ha detto...

Articolo interessante, finalmente ho capito come funziona il VOIP!
Merita sicuramente qualche approfondimento