30 marzo 2009

Earth Hour, il WWF ringrazia

Il WWF ringrazia tutti coloro che hanno partecipato anche in Italia a questa manifestazione: dalle massime cariche dello Stato alle centinaia di amministrazioni locali, dalle migliaia di cittadini ai testimonial, alle aziende.
Il WWF ringrazia tutti coloro che hanno partecipato anche in Italia a questa manifestazione: dalle massime cariche dello Stato che hanno voluto dare il proprio contributo spegnendo edifici simbolici quali il Quirinale, Montecitorio, Palazzo Madama, al Vaticano che ha spento la Basilica di San Pietro in un’ atmosfera carica di emozione, dalle centinaia di amministrazioni locali grazie alle quali i monumenti della Bell’Italia hanno regalato la suggestione di un’ora di buio, alle migliaia di cittadini, dai testimonial alle aziende. Un ringraziamento speciale al mondo del calcio, la nazionale e i suoi campioni, che ha contribuito in maniera determinante al coinvolgimento di milioni di persone sull’iniziativa.
Sui siti di tutto il mondo l’infinita sequenza di immagini fotografiche e video restituisce la grandiosità di un evento che non ha precedenti e che rappresenta la più grande mobilitazione per il clima mai realizzata prima. Earth Hour ha dimostrato una reale volontà nelle persone di tutto il mondo per un’azione urgente contro il cambiamento climatico, e un mandato per i leader del pianeta per garantire un nuovo accordo sul clima a Copenhagen che definisca un’ efficace risposta globale. Ma il lavoro del WWF nell’Anno del Clima non si ferma qui, nei prossimi mesi i leader del pianeta dovranno decidere come intenderanno affrontare una delle più grandi sfide del nostro secolo. Dalla conferenza di Bonn di questa settimana al G8 di luglio, confidiamo che questo voto popolare sia di ispirazione per chi ha in mano le sorti del nostro Pianeta.


Testo ripreso dal sito del wwf

0 commenti: