26 marzo 2009

Gianluca Mastroianni nel "Blog Imprenditori"

Il blog Blog Imprenditori ha pubblicato un'email di Gianluca Mastroianni dal titolo La speranza che viene dalla crisi.
Poche righe per porre l'attenzione sul fatto che anche con la crisi si lavora e si può lavorare, anzi per assurdo in questo momento molte persone ci stanno conoscendo e scoprono i nostri servizi. I motivi? Ricerca del risparmio, passaparola, maggior coscenza dei benefici di un business center, maggiore maturità del prodotto.
Spero che l'articolo possa essere un altro modo per far parlare di noi e dare segnali positivi al mercato in cui lavoriamo. Per leggere il post potete cliccare il link.

E arrivò la prima richiesta da Facebook

Ieri ho ricevuto la prima richiesta di informazioni con contatto tramite il social network Facebook.
Ieri sera mi ha infatti contattato un avvocatessa, che alla mia domanda solita: "Le posso chiedere come ci ha conosciuti?" Mi ha risposto :"Voi siete presenti in Facebook? Perchè mi è stato segnalato il vostro link."
In effetti oggi esaminando i tracciati di visite del sito ieri ci sono state alcune visite con "partenza" da Faceboook. Speriamo che a questa prima richiesta ne possano seguire altre.

25 marzo 2009

29 Maggio 2009 riunione a Catania

24 marzo 2009

Ho dato data certa al contratto di domiciliazione legale

Con i colleghi con cui stiamo sviluppando la contrattualistica della domiciliazione ne abbiamo parlato via email e mi sembra interessante rendere nota la procedura che abbiamo adottato per dare data certa al contratto di domiciliazione. Di questo argomento ne aveva parlato nel maggio 2008 Antonio Candeloro (Dottore Commercialista del Leonardo Business Center) durante la riunione a Modena.

Avevamo esaminato ipotesi di deposito del contratto con i circa 187,00 euro di costi e l'alternativa della data certa presso l'ufficio postale certamente più economica. Di questo argomento se ne parla anche in Aniur e proprio a Roma c'è stato un confronto con alcuni colleghi e con l'Avv. Silvestrini che ha seguito e segue l'associazione nello sviluppo di un contratto di domiciliazione legale/sede legale (solo queste parole aprono un mondo ed un dibattito lungo).


Nello specifico la tematica data certa sembra che stia creando problemi presso alcuni centri ufficio in quanto i competenti uffici postali sembrano che facciano storie in proposito.

Personalmente ho seguito, concorde con Avv. Tirabassi ed i colleghi questa procedura:


1 - ho inviato contratto di domiciliazione al cliente, chiedendo di stamparne due copie e tornarmele firmate e timbrate via posta, con sua sigla in ciascuna pagina dello stesso. Su consiglio dell'avvocato, vista la delicatezza del servizio, abbiamo preferito non chiedere più di riceverlo a mezzo email in formato pdf ed inoltre l'ho inviato senza mia firma che appongo al punto 2.

2 - ho apposto in ciascuna pagina del contratto affrancatura da 0,60 euro ed ho fatto apporre in modo evidente e chiaro timbro dello poste e data, tutto questo presso un ufficio postale

3 - ho provveduto ad inoltrare una delle copie così datate al cliente.

Nel contratto abbiamo indicato il numero di pagine nel formato "pag di pagine", per sicurezza abbiamo anche datato e timbrato la dichiarazione del cliente con cui ci indica ove ha il proprio domicilio fiscale per la tenuta dei libri sociali e i documenti contabili.

Riteniamo, ma qui mi farebbe piacere una libera discussione, che questa procedura possa essere esaustiva e abbastanza sicura.

23 marzo 2009

Uffici arredati il giornale

E' il momento di pubblicare il "giornale" di Ufficiarredati, la raccolta degli ultimi post in formato pdf stampabile, ma anche uno strumento di promozione che può essere inviato per email o scaricato dal web. Sotto come consuetudine la versione navigabile online.


Uffici_arredati_temporanei
Uffici_arredati_temporanei Domiciliazione Il giornale di ufficiarredati.it periodica pubblicazione dei post presenti nel blog ufficiarredati.info.Il blog è al servizio di imprenditori uffici residence e di chi cerca uffici a tempo, sale riunioni, servizi di domiciliazione e ufficio virtuale.

22 marzo 2009

Un appuntamento con il Tuo pianeta.

















Come ha anticipato la collega Luberto, sabato 28 Marzo 2009 alle ore 20:30 le luci di molte città, edifici e monumenti si spegneranno in tutto mondo.
Questo mese "La finestra sull’ecologia’’ ideata da O&A Centro Affari, invita a riflettere su questa iniziativa, Earth Hour.
Spegnere la luce è un piccolo gesto ma con un grande intento: ricordare e sottolineare come, la salvaguardia della Terra potrebbe essere un obiettivo concreto, se solo i grandi Stati realizzassero congiuntamente provvedimenti.
Sollevando, conseguentemente, un grande interrogativo: se spegnere la luce in tutto il mondo è fattibile, perché non è possibile da parte dei grandi Stati adottare misure comuni per contenere l’emissione dei gas serra?
Il surriscaldamento terrestre non è più conseguenza esclusiva di processi naturali: l’utilizzo senza limiti di combustibili è una tendenza presente in ogni nazione.

A livello mondiale sono stati proposti meccanismi alternativi per correggere questa politica economica, come il famoso Protocollo di Kioto, ma per lo più contestati quindi rifiutati da governi importanti.
Da ricordare inoltre la presenza in ogni agenda politica nazionale, di provvedimenti a favore dell’ambiente, nella realtà attuati con poca informazione per gli utenti.
Esemplificative,le misure riguardanti le limitazioni del traffico: quanti considerano queste, spesso, una seccatura, trascurando come, l’inquinamento atmosferico sia l’origine della maggior parte delle malattie respiratorie?
Earth Hour è un evento mondiale, organizzato dal WWF, per sottolineare come, la salute del pianeta sia in pericolo: il global warming può essere considerato un sintomo della condizione attuale della Terra, che, in realtà, colpisce tutta l’umanità in prima persona. I periodi di siccità, le troppe piogge, gli uragani, l’innalzamento del livello del mare, le belle nevicate che in montagna ora faticano a vedersi: tutto è causato dal surriscaldamento climatico. Riflettiamo sui cambiamenti climatici che stiamo vivendo ed, anche senza adesione, elogiamo iniziative come Earth Hour!

Elisa Pelliciari per O&A Centro Affari