24 aprile 2009

Gianluca Mastroianni nelle pagine di Abruzzo Economia

Il periodico Abruzzo Economia, nel numero di Marzo ed Aprile distribuito in 21.000 copie dedica un servizio agli "Uffici Arredati".
L'occasione è un resoconto dell'Open Day di Vasto, dove il centro Podium membro di ufficiarredati.it ha ospitato anche Gianluca Mastroianni uno dei relatori della giornata.
Non è un'intervista, ma una descrizione esaustiva di cosa è il network, cosa offrono i centri uffici, quali sono i numeri (per la verità a distanza di poco più di un mese i centri sono 54 e non più 52) sia come offerta di uffici e sale che come recapiti per prenotare un ufficio arredato o una sala riunione.

I giornalisti di Abruzzo Economia, invitati da Daniela di Lello hanno saputo cogliere a pieno gli elementi centrali del centro uffici, dei vantaggi per le start up dell'importanza di fare rete e della visibilità che ne scaturisce.

Gianluca Mastroianni ha potuto raccontare la sua storia, l'esperienza maturata presso M.B. Center e la nascita del network, ma ha anche posto l'attenzione sul coworking (definito business center 2.0).
L'immagine sotto è sfogliabile e contiene il servizio dedicato al network con immagini anche dei relatori presenti.



Lo spirito di iniziativa di Daniela può essere una risposta, ai commenti dei giorni scorsi, quando ci chiedevamo come avere visibilità come arrivare alle tv e ai giornali.

Forse, organizzare degli open day con argomenti di interesse per l'imprenditoria locale può essere la strada giusta visto lo spazio che la redazione di Abruzzo Economia ci ha riservato in due circostanze. Un grosso ringraziamento a loro e alla collega Daniela di Lello per lo sforzo profuso in spirito di gruppo.

23 aprile 2009

Investire nel fotovoltaico

Spesso nel blog ho parlato di rispetto dell’ambiente e di manifestazioni ed iniziative che intraprendiamo e che si intraprendono. Il nostro network, leggendo i vari post e commenti inseriti, è molto sensibile a questa problematica e chi più e chi meno si attiva come può e come crede.
In questo senso Davide Stringa,uno dei responsabili di MBCenter Turate, si è attivato con l’energia solare fotovoltaica. Su i suoi terreni fa germogliare energia elettrica attraverso la coltivazione di pomodoro, colza, grano. Un ettaro e mezzo di terra con 2500 moduli voltaici per una potenza elettrica massima di 180 watt ed una potenza massima generata da tutto l'impianto di 450mila watt. I pannelli solari sono disposti su 23 file contenenti ognuna 112 pannelli solari.
In un'intervista gli è stato chiesto il motivo per il quale ha deciso di investire nel fotovoltaico, lui ha risposto:
L’agricoltura sta vivendo momenti difficili. I prezzi delle materie prodotte dalle aziende agricole sono incomprensibilmente bassissimi e diventano come per magia altissimi al consumatore finale. Siamo in un periodo di forti incongruenze economiche. L’agricoltura in ambito internazionale è scarsamente considerata. In ambito italiano è sempre stata usata da certa industria come agnello sacrificale per fare affari all’estero in cambio dell’immissione sul mercato italiano di migliaia e migliaia di tonnellate di derrate agricole straniere. La gente non sa effettivamente come viene condotta un’azienda agricola. Tutti pensano che sia un qualcosa di bucolico, che l’agricoltore sia una persona che getta dei semi in un campo e poi si sieda ad attendere la nascita dei frutti e quindi raccogliere. L’azienda agricola oggi è una moderna impresa, dotata di macchinari sofisticati, che è soggetta alle condizioni meteorologiche che, a seconda degli anni, determinano una produzione più o meno buona. Dato che ciò che produciamo noi agricoltori, vale a dire i prodotti per l’alimentazione, è di per sé indispensabile, francamente, non capisco come possa essere lasciata così poco protetta. Comunque, per rispondere alla domanda, dato che non saprei cosa fare se non produrre cose di primaria utilità, e dato ancora che all’improvviso le aziende agricole sono state individuate come nuove fornitrici di energia, ho pensato a come fare per cercare di entrare in un mercato che, per definizione richiede capitali ingenti. Così, con gli amici del ‘Venture Capital Solar Ventures’, si è cercata la formula che poteva soddisfare entrambi; l’abbiamo trovata e così piano piano anche la mia azienda agricola è entrata nel mondo della produzione di energia.

Uffici arredati Palermo

Anticipo nel blog che a breve la "grande famiglia" di ufficiarredati.it crescerà ancora.
Saremo infatti in grado di offrire uffici arredati e servizi anche nel capoluogo della Sicilia:a Palermo.
Da alcuni giorni un centro uffici che ho avuto modo di conoscere tramite un cliente che me ne ha parlato in toni entusiastici ha confermato adesione al network.
Per il momento non aggiungo nulla, ma per chi avesse necessità di informazioni può inviarci un email a info@ufficiarredati.it o contattare il numero verde 800 090 130.

De Vittori, holding a Cipro

Dovete aprire una holding a Cipro ma volete qualche informazione tecnica molto puntuale?
De Vittori International Business Consultants, membro importante di ufficiarredati.it con le sedi di Lugano, Milano e Roma ci fornisce qualche informazione con la propria newsletter che sotto pubblichiamo.



DeVittoriNewsletter Domiciliazione Newsletter di De Vittori SA con informazioni per apertura di una holding a Cipro.Informazioni su dividendi, plusvalenze e royalty.

22 aprile 2009

Solaexpo alla Fiera di Verona

A seguito del post precedente, informo che dal 7 AL 9 maggio, presso la Fiera di Verona ci sarà il SOLAEXPO mostra e convegno internazionale su energie rinnovabili e generazione distribuita. La manifestazione presenterà le nuove energie alternative che dovrebbero sostituire le vecchie, aiutando questa nostra bellissima Terra a non invecchiare.

Stefano Catanzaro di Myofficeverona Business Center
045 8538988
info@myofficeverona.com
www.myofficeverona.com

La Giornata della Terra

Tutti, a prescindere dalla razza, dal sesso, da quanto guadagnino o in che parte del mondo vivano, hanno il diritto morale a un ambiente sano e sostenibile. L’Earth Day, il giorno della Terra, da quasi quarant’anni si basa saldamente su questo principio. Il 22 aprile del 1970, 20 milioni di cittadini americani, rispondendo a un appello del senatore democratico Gaylord Nelson, si mobilitarono in una storica manifestazione a difesa del nostro pianeta. Oggi, su questo principio quanto mai d’attualità ci si mobiliterà ancora, in 174 paesi del mondo. L’Earth Day 2009 segnerà l’inizio di una grande campagna di sensibilizzazione denominata dagli organizzatori “Green Generation Campaign” i cui punti principali sono la ricerca di un futuro basato sulle energie rinnovabili, che ponga fine alla nostra comune dipendenza dai combustibili fossili, incluso il carbone. Un impegno personale a un consumo responsabile e sostenibile. La creazione di una “economia verde” che tolga la gente dalla povertà con la creazione di milioni di “posti di lavoro verdi” e trasformi anche il sistema educativo globale in un sistema educativo “verde”. Il 22 aprile, Giorno della Terra, è l’occasione per migliaia di eventi organizzati in scuole, comunità, villaggi e città in tutto il mondo. In Italia, per il terzo anno consecutivo, a promuovere la manifestazione sarà Nat Geo Music, il canale musicale di National Geographic. A Roma, in serata, è previsto un grande concerto a Piazza del Popolo, con Ben Harper e altri artisti internazionali e italiani. Nelle sale cinematografiche anteprima del film “Earth - La nostra Terra” prodotto da DisneyNature, un inno alla Terra e alla sua bellezza.

21 aprile 2009

Ricostruire con rispetto


Il piano casa proposto con entusiasmo dal governo, e’ stato oggetto di discussione per molte settimane.
La possibilita’ di ampliare gli edifici domestici del 20% poneva un interrogativo, sollevato da molti e formulato espressamente dal presidente della Repubblica, Napolitano: questo decreto e’un’utile iniziativa per alleviare la crisi economica, ma gli ampliamenti rispetteranno l’ambiente e il patrimonio culturale e artistico?
Un progetto per rilanciare l’edilizia, ma che a detta di molti, potrebbe portare ad un‘ eccessiva cementificazione.
La tragedia inaspettata dell’Abruzzo ha risolto ogni dubbio in campo edilizio: ne’ ampliamenti, ne le polemiche sono fondamentali, ora la ricostruzione di una zona devastata dal terremoto è l’unico progetto prioritario.
Cosi' il terremoto ha riportato l’agenda politica a questioni concrete: un’ampliamento del 20% delle residenze, potrebbe creare benefici a famiglie e a giovani coppie, a patto che si costruisca in modo sicuro e rispettando l’ambiente.
L’utilizzo di materiali eco-compatibili, l’uso di fonti rinnovabili, il rispetto delle norme antisismiche: questi sono solo alcuni degli aspetti fondamentali per un’edilizia consapevole e sicura.
Costruire ambienti sani, confortevoli, e in armonia con la natura: un punto fondamentale che non potra’ essere trascurato dal decreto legge sul piano casa.

Pelliciari Elisa per O&A Centro Affari

Uffici arredati il gruppo di Facebook

Volete vederci in Facebook?
Dovrei essere riuscito ad inserire il link corretto del gruppo, che consente di visualizzarlo senza l'obbligo della registrazione.
Cliccate il link accanto: uffici arredati Facebook.