21 settembre 2010

SILENZIO STAMPA

Chi avesse sentito la nostra mancanza in questo periodo si riprenda dalla depressione: siamo ancora online! :-D

Dice: embeh? cosa ti è successo?

Silenzio forzato del nostro blog. Cioè. Parte del silenzio dovuto alle ferie estive: anche se avessi scritto qualcosa non lo avrebbe letto nessuno. Ma il fatto che ci ha costretti a non divulgare più il businesscenter pensiero è stato quello che definisco un "abile imformatico" per usare un eufemismo pieno di pietas.

I fatti.

L’ultimo giorno delle mie vacanze ricevo un messaggio dal nostro blog sul mio inseparabile Blackberry che dice che una pagina è cambiata. E qualche minuto dopo ricevo il mesaggio della pubblicazione di un nuovo post che dice :“Lasciate fare i lavori a chi ne è capace… hihihihi!!” (post che mi ha sbeffeggiato tra circa 1.500 contatti, tra l’altro).

Non capivo, stordito dal messaggio strano e non atteso, cosa potesse essere successo.

Il giorno seguente, al rientro in ufficio, la verità. Scopro che un “abile informatico” (a voi in seguito etichettarlo con gli epiteti più adeguati) è entrato nel blog tramite una falla di WordPress, la piattaforma che usiamo per il blog, la più utilizzata al mondo, e ha cancellato TUTTO! E quando dico tutto intendo 3 anni di lavoro, una novantina di articoli originali, ore, mesi di lavoro e ricerche sulla tecnologia per rendere il blog più leggibile, studi dei grafici per creare un prodotto coordinato. Tutto per dimostrare quanto in gamba fosse, quest’”abile informatico“.

Sì, perchè la pagina che ha attaccato era quella in cui spiegavo, a mie parole, come si potesse installare WordPress su un proprio dominio, cercando di fare un favore a chi non lo sapeva fare. Questo “abile informatico“, piccato evidentemente dal fatto che avessi detto qualcosa di troppo semplicistico e magari incompleto, si è arrogato il diritto di fare giustizia dimostrando che le cose, così come le avevo spiegate, erano da incompetenti e faciloni.

Ecco perchè siamo rimasti in silenzio per tutto questo tempo. Abbiamo dovuto trovare la soluzione che temporaneamente ci permettesse di continuare a scrivere in un modo abbastanza veloce senza rinunciare alla flessibilità di wordpress.

Un po’ alla volta ricaricheremo anche tutti gli articoli di cui avevamo il backup. Ma ci vorrà tempo, molto tempo anche per fare solo questo.

Tutto perchè un “abile informatico” ha voluto lasciare la sua firma, proprio quella firma che sta seguendo la Polizia Postale.

That's it, folks!

Gianluca Pollesel

3 commenti:

Uffici Arredati ha detto...

Gianluca Pollesel fa riferimento a www.ufficioarredato.it

gianluca ha detto...

Grazie per la precisazione Gianluca.

Uffici Arredati ha detto...

Di nulla.
Cari colleghi pomete attenzione ai rischi in cui i nostri siti e blog si espongono anche perchè Gianluca Pollesel non era da un giorno che lo gestiva.