20 ottobre 2011

Operazioni in contanti, decreto legge 138/2011


Accade raramente, ma a volte accade che i clienti vogliono regolare le loro posizioni nel business center in contanti. Vi invito a leggere con attenzione quanto segue:

Come è noto, l'art. 2 co. 4 del DL n. 138/2011 riduce da un importo pari o superiore a 5.000 euro ad un importo pari o superiore a 2.500 euro il limite per le operazioni in denaro contante indicato dall'art. 49 del DLgs.
Ne deriva che:
- è vietato il trasferimento di denaro contante tra soggetti diversi per importi pari o superiori a 2.500,00 euro. Per tali trasferimenti è necessario ricorrere a servizi che garantiscono la tracciabilità dell’operazione, quali quelli forniti da banche, istituti di moneta elettronica o da Poste Italiane S.p.A.;

- gli assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a 2.500,00 euro devono recare l'indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità;

- gli assegni circolari, i vaglia cambiari e postali possono essere richiesti, per iscritto, dal cliente senza clausola di non trasferibilità se di importo inferiore a 2.500,00 euro;

- il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore non può essere pari o superiore a 2.500,00 euro. I libretti con saldo pari o superiore a 2.500,00 euro devono essere estinti ovvero il loro saldo deve essere ridotto ad una somma non eccedente il predetto importo entro il 30.9.2011.

In sede di conversione del DL n. 138/2011 per consentire una adeguata divulgazione del contenuto della nuova disciplina, consentendo agli intermediari finanziari di allineare i propri sistemi di controllo interno è stato inserito alle disposizioni in commento il comma 4 bis il quale prevede che è esclusa l’applicazione delle sanzioni in materia di limitazioni dell’uso del contante (articolo 58 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231), per le violazioni commesse nel periodo dal 13 agosto al 31 agosto 2011 e riferite alle limitazioni di importo introdotte dal con la manovra di ferragosto.

2 commenti:

Uffici Arredati ha detto...

Atro post di "servizio" a cui porre attenzione.
Buon lavoro a tutte e tutti

stefano catanzaro ha detto...

Grazie Gianluca.