11 febbraio 2011

Riunione Ufficiarredati.it a Trento


Dove eravamo rimasti?
Brescia - Lago di Garda Maggio 2010.
E' il momento di incrontarci nuovamente, questa volta in Trentino Alto Adige.

L'appuntamento è presso il centro ufficio Aries & Partners di Trento, una delle ultime sedi del nostro gruppo.

La riunione si svolgerà nei giorni di venerdì 4 Marzo e sabato 5 Marzo. Lavoro, cena, relax ... sono queste in sintesi i momenti della due giorni che ci attende in Trentino.

Per confermare la propria partecipazione e per prenotare la propria camera in hotel: info@ufficiarredati.it

Al momento hanno confermato presenza centro uffici della Sicilia, Campania, Lazio, Marche, Emilia Romagna, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia e Trentino Alto Adige.

9 febbraio 2011

Iva sulle fatture di noleggio ufficio





Qualche giorno fa Stefano Catanzaro mi ha sollevato un dubbio:
- dovrò emettere fattura per noleggio ufficio ad un nuovo cliente, un'azienda statunitense.
Il consulente dell'azienda mi dice che non devo esporre l'iva in fattura. Tu Gianluca cosa ne dici?

Di seguito riporto la mia risposta che è poi un'interpretazione delle disposizioni di legge.



Il DPR 633/72 all'articolo 7 ter ci dice:
Le prestazioni di servizi si considerano effettuate nel territorio dello Stato:
a) quando sono rese a soggetti passivi - cliente di Stefano C. - stabiliti nel territorio dello Stato
b) quando sono rese a committente non soggetti passivi, da soggetti passivi -My Office Verona di Stefano C. in questo caso - stabiliti nel territorio dello Stato.




Nell'articolo 7 quater in deroga a quanto scritto alla lettera a) si considerano effettuate nel territorio dello Stato:
a) le prestazioni di servizi relativi a beni immobili comprese ..... la concessione di diritti di utilizzazione di beni immobili ....quando l'immobile è situato nel territorio dello Stato.


Dunque, un’operazione generica di prestazioni di servizi effettuata da un prestatore residente in Italia a favore di un cliente/committente extra cee (per esempio USA) è soggetta ad Iva in quanto tale prestazione si svolge in Italia. Questo vale tanto più se la prestazione di servizi è connessa ad un immobile sito in Italia.

Per i servizi relativi a beni immobili, dal 2010 se il prestatore di servizio è IT - UE - EXTRA UE soggetto passivo, il committente del servizio è IT - UE - EXTRA UE soggetto passivo o privato si applica l'Iva con immobile situato in Italia.

Non si applica l'Iva - ma non è il caso del collega Stefano C. - se il prestatore di servizio è IT - UE - EXTRA UE soggetto passivo, il committente del servizio è IT - UE - EXTRA UE soggetto passivo o privato e l'immobile non è situato in Italia, ma in UE o EXTRA UE.



Non si applica l'Iva - ma non è il caso del collega Stefano C. - se il prestatore di servizio è IT - UE - EXTRA UE soggetto passivo, il committente del servizio è IT - UE - EXTRA UE soggetto passivo o privato e l'immobile non è situato in Italia, ma in UE o EXTRA UE

Non si applica l'Iva - secondo articolo 7 septies -:
in deroga all'articolo 7 ter non si considerano effettuate nel territorio dello Stato le seguenti prestazioni di servizi, quando sono rese a committenti non soggetti passivi domiciliati e residenti fuori dalla Comunità Europea.
Ometto l'elencazione per riportare la lettera f) le prestazioni derivanti da contratti di locazione anche finanziaria, noleggio e simili di beni mobili materiali diversi dai mezzi di trasporto.



In questo caso ci si potrebbe riferire ad esempio al noleggio di computer o ad altri beni mobili, ma non certo all'ufficio.

Spero che quanto scritto sia di vostro aiuto.

Gianluca Mastroianni

Readycenter - Incontri "Genitori Oggi"

La dott.ssa Ivana Gamenoni, psicologa e mediatrice familiare, iscritta all'Ordine degli Psicologi della Toscana n° 4352, sta organizzando presso readycenter 5 incontri formativi sul tema della Genitorialità.
Essere genitori oggi può rappresentare per molti una vera sfida, anche molto impegnativa; gli incontri aiuteranno a trovare soluzioni ai problemi, comuni e non, che si presentano nel percorso educativo dei nostri figli.
Per conoscere il programa degli incontri e tutte le informazioni cliccate sul seguente link.

Staff readycenter.

Ma se i business center fanno contratti in Autogrill?

La storia che vi racconto è reale poichè mi è stata raccontata dal diretto interessato di cui ometto nome e cognome, ma che possiamo eleggere commerciale dell'anno direi.

Premessa, come sapete, da qualche giorno abbiamo avviato un'attività di recalling su contatti anno 2010. In una di queste chiamate il contatto ci ha sollecitato nuovamente offerta e ci ha indicato una sede a cui era interessato.
Come da indicazioni del potenziale cliente abbiamo trasferito i contatti al collega.
Cosa è accaduto dopo?
Ieri -domenica- il collega ci ha comunicato che ha formalizzato il contratto, incontrato il cliente ed incassato il valore del contratto. Direte voi: "tutto normale".

La domanda che vi dovete fare è: " il contratto quando è stato chiuso e dove?".
La risposta è: il contratto è stato sottoscritto domenica mattina in un Autogrill e questo perchè il cliente che lavora anche di domenica ha davvero poco tempo a disposizione.

Il nostro collega cosa ha fatto, si è reso disponibile e domenica mattina presto di tutto punto ha incontrato il cliente presso un Autogrill e il tutto dice lui per dare servizio e servizi.
Cosa ne pensate?
Mi è sembrato carino inserire nel post la foto di Totò che vendeva la Fontana di Trevi ad un ignaro acquirente.

Firefox vs Intenet Explorer


Il browser più popolare d' Europa è open source. Dopo nove anni di rincorsa Firefox di Mozilla ha messo un'importante vittoria nella competizione commerciale fra i programmi utilizzati per navigare sul web. E a dicembre ha detronizzato Internet Explorer di Microsoft nel vecchio continente. Firefox è stato utilizzato dal 38,1% degli utenti europei, contro il 37,5% che ha scelto Explorer. Il browser di Google, Chrome, ha il 15,48% del mercato, mentre Safari di Apple è stato usato solo dal 4,62% dei naviganti. Il software di Microsoft in Europa vive un declino anche a causa della concorrenza di Google Chrome.

Sintesi tratta, dall'articolo La volata vincente di Firefox Explorer sorpassata in Europa, di Affari & Finanza(La Repubblica) del 17 Gennaio 2011.

Eva Luberto-Uffici arredati Modena

8 febbraio 2011

Misura Internet anti-trucchi

Si paga per 20 megabit al secondo, ma la velocità reale di accesso è di due o cinque, o poco più. Qiesta la sorpresa che attende tanti consumatori che decidono di sottoscrivere un abbonamento fisso per la banda larga o larghissima e che scoprono di avere un collegamento a Internet più lento del dovuto. Un fenomeno che l'Autorità per le Telecomunicazioni definisce "patologico" e che ha deciso di contrastare con il "Misura Internet", uno strumento anti-trucchi gratuito, a disposizione di tutti, con valore probatorio in caso di reclamo, che consente di verificare che i valori promessi dagli operatori siano realmente rispettati. Si tratta di un semplice software, chiamato Ne.Me.Sys, acronimo di Network Measurement System. Si accede facilmente da www.misurainternet.it ed il funzionamento è molto semplice:è sufficiente installare il software e aspettare che questo, automaticamente, avvii la misura che durerà un minimo di 24 ed un massimo di 72 ore, con almeno una verifica ogni ora. I risultati possono essere confrontati con i valori indicati dal proprio operatore nella documentazione allegata all'offerta sottoscritta. Nella colonna Reclamo sono evidenziate le modalità ed i riferimenti per presentare, entro 30 giorni a partire dalla data di emissione del Pdf con i risultati delle misure, il reclamo all'operatore chiedendo il ripristino degli standard di qualità contrattuali.
Sintesi Articolo tratta da Affari & Finanza(La Repubblica) del 17/01/2011 con titolo "Misura Internet" anti-trucchi. L'Agcom offre gratuitamente un software per "controllare" la vera velocità dell'Adsl

Eva Luberto-Uffici arredati Modena