16 dicembre 2011

L'albero di Business Centre Parco dè Medici

Ecco il nostro albero di Natale dalle tradizionali tonalità natalizie del rosso e dell'oro.

Auguri a tutti voi di buone feste.

Business Centre Parco dè Medici - Roma

Natale al Michelangelo Business Center


Dopo i colleghi di Verona Villafranca e di Brescia eccoci anche noi di Modena con il nostro abete che fa bella mostra nella reception.

Un grazie alla collega Vanna Gasparini, che tutti gli anni si occupa dell'allestimento dell'albero.

Auguri!

15 dicembre 2011

Risultati del mailing domiciliazione.com

Il 7 dicembre, a ridosso di una festività abbiamo contrariamente al "nostro credo" fatto un mailing ai contatti profilati nel gruppo Domiciliazione. Dico contrariamente al nostro credo, poichè siamo consapevoli che "sotto" feste e ponti, le email come le nostre hanno un basso appeal.
In più il giorno 07 Dicembre era festa a Milano e sappiamo quante imprese e professionisti operano a Milano.

Nonostante ciò oggi dopo 5 giorni, il 12 Dicembre l'immagine a sinista ci evidenzia i risultati del mailing:

- almeno 274 persone hanno aperto l'email, almeno poichè il sistema non conteggia chi apre con programmi con webmail. La percentuale è pari al 25% delle email inviate.

- solo 1 persona, 0,4% si è cancellata.

- 77 persone, il 28,11% di chi ha aperto email ha cliccato almeno uno dei diversi link proposti. Le 77 persone rappresentano inoltre il 7% del totale di email inviate, 1.098.

- 73 email non sono state consegnate o perchè l'email non esiste, o perchè il dominio esiste ma non esiste più l'email o perchè i server hanno "stoppato" la comunicazione, 6,2%

Cosa ne dite di questi numeri?

Aggiungo che dopo l'invio abbiamo provveduto a rimuovere tutti gli indirizzi inesistenti o i domini email inesistenti, ma abbiamo mantenuto quelli a cui email non è stata consegnata per la bravura del server.

Sempre più difficile e complessa

Di seguito una breve sintesi del provvedimento con il quale il Ministero richiede alle imprese o ai soci/familiari, di comunicare all’Anagrafe tributaria i dati dei soggetti, soci o familiari dell’imprenditore, che hanno ricevuto in godimento i beni dell'impresa, nonché i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuati/ricevuti.
Il termine per la trasmissione delle comunicazioni da inviare utilizzando l’apposita modulistica è fissato al 31 marzo dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta in cui i beni sono concessi in godimento.
In sostanza l’intento del legislatore è quello della tassazione in capo al socio o al familiare utilizzatore della differenza tra il valore di mercato del diritto godimento e il corrispettivo annuo pattuito con il soggetto concedente.
Il differenziale va a costituire una nuova fattispecie di reddito diverso.
Il corrispettivo dell'operazione va quindi comparato con il valore di mercato del diritto di godimento che, salvo diversa indicazione dell'Agenzia delle Entrate, andrà determinato con riferimento a prezzi o corrispettivi mediamente praticati in condizioni di libera concorrenza.
In assenza di un corrispettivo pattuito, verrà tassato in capo al soggetto utilizzatore l'intero valore di mercato del diritto dì godimento.
E’ stata, inoltre, prevista l'indeducibilità dei costi relativi ai beni concessi in godimento a un corrispettivo annuo inferiore al valore di mercato, quali ad esempio le quote di ammortamento, le spese di manutenzione e le spese di gestione.
Si attende una chiarimento per quei beni la cui deducibilità è già limitata, ad esempio le autovetture.

SINTESI DEL PROVVEDIMENTO

1. Soggetti obbligati e oggetto della comunicazione
I soggetti che esercitano attività di impresa comunicano i dati anagrafici dei soci - comprese le persone fisiche che direttamente o dei familiari dell’imprenditore che hanno ricevuto in godimento beni dell'impresa, nonché effettuano qualsiasi forma di finanziamento o capitalizzazione nei confronti della società concedente.
La comunicazione deve essere effettuata per ogni bene concesso in godimento nel periodo d’imposta, ovvero per ogni finanziamento o capitalizzazione realizzati nello stesso periodo


La comunicazione deve essere effettuata anche per i beni concessi in godimento dall’impresa ai soci, o familiari di questi ultimi, o ai soci o familiari di altra società appartenente al medesimo gruppo.

2. Dati da indicare nella comunicazione
Nella comunicazione devono essere indicati i seguenti elementi:
- per le persone fisiche: codice fiscale, dati anagrafici e stato estero di residenza;
- per i soggetti diversi dalle persone fisiche: codice fiscale, denominazione e comune del domicilio fiscale o lo stato estero di residenza;
- tipologia di utilizzazione del bene;
- tipologia, identificativo del contratto e relativa data di stipula;
- categoria del bene, durata della concessione (data di inizio e fine), corrispettivo e relativo valore di mercato;
- ammontare dei finanziamenti e capitalizzazioni.

3. Modalità e termini di comunicazione dei dati
I soggetti obbligati effettuano le comunicazioni di cui al punto 1, utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline.
La comunicazione deve essere effettuata entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta in cui i beni sono concessi in godimento.
Per i beni concessi in godimento nei periodi d’imposta precedenti a quello di prima applicazione delle disposizioni del presente provvedimento, la comunicazione deve essere effettuata entro il 31 marzo 2012.
La comunicazione deve essere effettuata, entro il medesimo termine con riferimento ai beni per i quali nel periodo d’imposta precedente è cessato il diritto di godimento.

4. Trattamento dei dati
I dati e le notizie che pervengono all'Anagrafe tributaria sono raccolti e ordinati su scala nazionale al fine della valutazione della capacità contributiva dei contribuenti, nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali degli stessi.

5 Annullamento della comunicazione e comunicazione sostitutiva
La procedura di annullamento dei file inviati è consentita entro il termine di trenta giorni dalla data indicata nella ricevuta telematica.

14 dicembre 2011

DALLE LACRIME DI ELSA FORNERO ALLA RINUNCIA DI MONTI AL SUO COMPENSO COME MINISTRO DELL'ECONOMIA: I PUNTI DEL DECRETO " SALVA-ITALIA"

A causa della crisi economica internazionale, l'Italia si trova sull'orlo di un precipizio.
Ciò si riflette nella crescita esponenziale dello spread Btp-Bund.
Che cos'è lo spread?
Esso consiste nella differenza tra i rendimenti (i tassi d'interessi dovuti) tra Btp e Bund.
Ma quanto più lo spread aumenta, tanti più interessi lo stato italiano dovrà pagare e tanto meno apparirà economicamente affidabile.
Nella pratica, l'aumento del rendimento dei Btp italiani rende l'Italia "meno affidabile" agli occhi del mercato internazionale.
Dunque, sono necessarie delle misure che riducano lo Spread. In breve, è necessario ridurre la spesa pubblica. Ed è qui, che entra in gioco il ruolo del governo tecnico. Quest'ultimo, sostituisce il governo uscente di centro-destra. Portatore del fardello di "salvatore dell'Italia", è il presidente Mario Monti.
Si tratta di un economista e un accademico nonchè senatore a vita dal 9 Novembre 2011.
Ma quali sono i punti salienti del "Decreto salva-Italia"?
Innanzitutto, c'è stato un netto rifiuto per misure quali il "condono", e la "patrimoniale". Quest'ultima, auspicata dai più, consiste in una tassa applicata sul patrimonio anzichè sul reddito.
Entrambe le misure sono considerate, però, soluzioni di corto respiro. Si è preferito optare, piuttosto, per riforme strutturali che abbiano effetti soprattutto a lungo termine.
Possiamo fare ricorso alla suddivisione in 4 macro-aree di intervento:

1. CASA:
- Introduzione della tassa Imu (al posto dell'Ici) fino ad un massimo del 4 per 1000 sulla prima casa e fino al 7,6 per mille a partire dalla seconda. Le entrate andranno allo Stato e non ai Comuni. E' inoltre prevista una detrazione fino a 400 euro in base al numero dei figli.
- Rivalutazione del valore catastale degli immobili sul quale verrà applicata la nuova tassa Imu.
2. PENSIONI
- Congelamento delle pensioni superiori aI 972 euro: per i prossimi anni non vi sarà l'adeguamento automatico alla crescita dell'inflazione, con conseguente diminuzione del potere d'acquisto. Solo per il 2012 vi sarà l'indicizzazione per le pensioni che non superano i 1400 euro al mese.
- Copertura totale per le pensioni minime (fino a 486 euro) e per la metà di quelle di importo compreso tra i 486 e i 972 euro.
- Innalzamento della soglia d'età per la pensione di anzianità: 42 anni ed un mese di contributi per gli uomini, 41 anni ed un mese per le donne.
- Nuovo sistema contributivo per tutti i lavoratori: calcolo dell'importo dell'assegno previdenziale effettuato sui contributi effettivamente versati nel corso della carriera lavorativa ( e non solo sulla base degli ultimi anni di lavoro).
- Innalzamento soglie d'età per la pensione di vecchiaia: per tutti (uomini e donne sia del settore pubblico che del settore privato) 66 anni entro il 2018 e 67 anni entro il 2022.
- Viene previsto un contributo di solidarietà dalle maxi-pensioni (15 % sulle pensioni superiori ai 200000 euro).

3.POLITICA
- Tagli nelle authority: riduzione quasi della metà dei membri che compongono gli 8 organismi di garanzia.
- Soppressione di Enpals( ente previdenziale lavoratori dello spettacolo) e Inpdap (ente previdenziale dei dipendenti pubblici): personale e funzioni saranno assorbiti dall'Inps.
- Ministri e sottosegretari provenienti dall P.A non percepiranno il doppio stipendio.

4. LIBERALIZZAZIONI
- Liberalizzazione degli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali.
- Liberalizzazione della vendita dei farmaci di Fascia C (non rimborsabili) anche nelle parafarmacie e nei centri commerciali.
- Abolizione degli ordini professionali in mancanza di una loro riforma entro Agosto 2012.

5. ALTRE TASSAZIONI
- Tassa sui beni di lusso : auto di grossa cilindrata, imbarcazioni aerei ed elicotteri privati. - Provvedimento "una tantum" dell'1,5 % sui capitali rientrati in Italia con lo Scudo Fiscale.- Imposizione del bollo su prodotti finanziari: oltre che sui conti correnti anche su polizze vita, conti titolo e fondi mobiliari (non sui fondi pensione e sui fondi sanitari).
- Aumento iva dal 21% al 23 % da Ottobre 2012.
- Introduzione della Res, contributo comunale sui rifiuti, che sostituirà la Tarsu e la Tia.
- Aumento dell’addizionale regionale Irpef dallo 0,90% all’1,23%.- Aumenti dal 1° Gennaio 2012 delle accise su benzina e carburanti.Per quanto riguarda la lotta all’evasione fiscale,si vieta l’utilizzo di denaro contante per transazioni con importo superiore ai 1000 euro (il limite precedente era 2500 euro), mentre le operazioni di pagamento delle spese delle P.A. superiori a 500 euro dovranno essere effettuate mediante l’utilizzo di strumenti telematici.
In definitiva, il 2012 sarà un anno all'insegna del sacrificio.
A dimostrarlo sono la rinuncia del compenso come Ministro dell'economia da parte del Presidente Monti, e le lacrime del ministro del Welfare Fornero.
Ma saranno le uniche lacrime versate le sue? E soprattutto, andando in questa direzione, il Bel Paese tornerà davvero a risplendere uscendo finalmente dalla recessione?
Un primo segno che lascia intravedere un barlume di speranza è l'attuale diminuzione dello spread Btp- Bund, anche se il suo andamento rimane altalenante.
E inoltre, una buona "accoglienza" del decreto a livello internazionale. D'altra parte si levano da più parti le voci del malcontento popolare.
Ora, l'unica cosa che resta da fare è aspettare il 14 dicembre per l'approvazione finale.
E sperare che questa politica di austerità, porti davvero a una crescita sostenuta della nostra economia.

Dott.ssa Loredana Caravello per O&A Centro Affari

L'ALBERO DI VERY OFFICE

Anche a Prato è arrivato il Natale e questo è il nostro albero.

BUON NATALE A TUTTI !!!

Cinzia e Catia

Very Office - Prato
Via Traversa Pistoiese, 83
tel. 0574/61341
http://www.veryoffice.it/
info@veryoffice.it

13 dicembre 2011

Office Broker cambia il proprio modello di business

Molti di voi conoscono certamente Office Broker, come spiega bene il nome fanno da intermediari tra la domanda di uffici a tempo e l'offerta di uffici a tempo, con un mercato mondiale.

Perchè parlo di Officebroker? Perchè pochi giorni fa mi è saltato all'occhio un tweet quasi disperato - dall'articolo some drastic changes - di Officing Today che rimandava a questo articolo.

Cosa è accaduto?
Che Officebroker per il prossimo anno lascerà il suo modello di business, basato su iscrizione gratuita e provvigioni sui contratti chiusi, per passare ad un modello - che è anche il modello da sempre di ufficiarredati.it - si pagherà per poter essere inseriti nella loro directory - new approach to the market ... by removing commission ... you will instead pay just $ 75 -.

ALBERO DI NATALE

Ciao a tutti,
Non siamo grandi fotografi ma vi assicuro che dal vivo è molto più bello il nostro alberello.......
Tanti auguri!!!
Ermanno
Executive Service Brescia

L' albero di Myofficeverona Business center


Ciao a tutti, volevo presentarvi l' alberello di Natale di Myofficeverona business center.
Ma voi l'avete fatto?
Un saluto a tutti

info@myofficeverona.com
www.myofficeverona.com
045 8538988

12 dicembre 2011

Attenzione alle email commerciali e legali


Inviate e ricevete email che per la vostra attività hanno valore legale e commerciale?

Oggi queste email hanno lo stesso valore dei fax nel recente passato e delle comunicazioni scritte nello svolgimento di affari.

Cosa fare quindi?
Conservate le email per 10 anni sia a fini fiscali che secondo le disposizioni del codice civile per ciascun affare.
Leggete questo breve articolo tratto dal sito del Sole 24 Ore.