20 dicembre 2013

Buone Feste


O&A Centro Affari augura Buone Feste con questa ironica vignetta di Oscar Sacchi a tutti i clienti di Uffici Arredati e ai nostri colleghi.
 
Il nostro centro uffici chiuderà dal 24 dicembre 2013 fino al 6 gennaio 2014 compresi.
 
Buone Feste!

19 dicembre 2013

Profilo Ufficiarredati in Google Plus

Pochi giorni fa abbiamo pubblicato testata e sfondo di Ufficiarredati.it nel profilo Twitter, oggi pubblichiamo le immagine pensate per Google Plus 

Una nuova icona quadrata come "richiesto" dal social network con in evidenza la parola uffici e arredati.
In basso la testata personalizzata in linea con quella utilizzata in Facebook e Twitter, anche qui spazio alle foto delle sedi, ai servizi che i business center erogano e ai nostri numeri.


17 dicembre 2013

Salario Office uffici arredati al Salario

Ciao Michele raccontaci di Salario Office, quando è nato, quanto è grande, quanti uffici…..una sorta di carta di identità del tuo centro uffici. L’idea di aprire un centro uffici quando ti è venuta e perché? 
Salario Office nasce nel 2010 da una idea di Federica Borgognoni e mia. Ci siamo conosciuti in un palazzo uffici di 6.000 metri quadri, di proprietà di Enasarco quasi completamente abbandonato, e mal ridotto. Abbiamo progettato un business di uffici arredati e ci siamo messi alle costole di Enasarco per ottenere parte dell'immobile. E' stata un'avventura, ma alla fine fra mille peripezie siamo riusciti ad ottenere la locazione di 3 piani di 1.000 metri quadri ciascuno. L'idea era quella di trasformare un “vecchio carrozzone” da prima repubblica in uno spazio per far crescere aziende da new economy. Devo dire che ci stiamo riuscendo. 

Aprire un centro uffici in questo momento, un’azzardo o la certezza di soddisfare clienti con un occhio al risparmio? 
L'azzardo c'è tutto. Purtroppo fare impresa in questo momento economico è quasi scellerato. La motivazione più forte è stata quella di dare a piccole e medie aziende uno strumento flessibile ed economico per provare a sviluppare il proprio business. 

Nella zona di Roma dove c’è il tuo centro, ce ne sono altri? Se si hai avuto modo di vederli e magari porre in essere delle relazioni di affari? 
No, questo è stato certamente un vantaggio. Nella zona nord di Roma non ci sono altri centri uffici. Il rovescio della medaglia è che abbiamo dovuto promuovere il tipo di servizio anche a livello culturale. All'inizio venivano clienti a chiedere il costo al metro quadro, piuttosto che l'ufficio da chiudere a chiave, e così via. 

Come giudichi questi primi mesi di lavoro, soddisfatto delle richieste che stai ricevendo e soprattutto si concretizzano in contratti? 
Direi che in 3 anni riempire 3.000 metri quadri di uffici è indubbiamente un successo. Abbiamo dovuto applicare una politica commerciale particolarmente aggressiva (sotto forma di promozioni sui primi mesi) per attirare clienti e fargli conoscere la “comodità” dell'ufficio arredato. 

Quali canali di promozione state seguendo e avete in mente iniziative per i prossimi mesi e per il 2014? 
All'inizio la promozione più importante è stata adwords di Google. Sul territorio abbiamo posizionato della cartellonistica in posizioni strategiche. 

Ci siamo conosciuti a Roma nell’annuale Workshop di Ufficiarredati.it, che clima hai riscontrato tra i colleghi e come sei stato accolto, anche se li non eri ancora affiliato? 
Il clima era molto cordiale, e i colleghi mi hanno accolto non come un concorrente ma come un partner a cui dispensare consigli. Devo dire che alcuni consigli mi sono stati molto utili, soprattutto sull'individuazione di “clienti poco seri”, un problema che nei primi tempi è stato un “grosso problema”. 

Ultime righe per raccontarci le prime esperienze con i clienti, magari un aneddoto simpatico. 
Devo dire che sia per il rapporto con i clienti sia per il nostro business in genere l'apertura del bar un anno fa ha dato un'accelerazione clamorosa. E' uno spazio di socializzazione e di confronto sia fra clienti che fra noi ed i clienti. Naturalmente tutti gli affiliati di Ufficiarredati che vorranno venirci a trovare saranno nostri ospiti per un buon caffè Illy. 

Scheda nel nostro portale.

16 dicembre 2013

Tariffe orarie per noleggio ufficio Roma Parioli


Da oggi è possible prenotare un ufficio anche solo per un’ora!
Il centro uffici Time for Business di Roma Parioli integra infatti il listino prezzi per il noleggio di un ufficio a giornata con tariffe orarie oltre che giornaliere.

Il servizio comprende l’uso di un ufficio elegante e funzionale arredato con un posto lavoro, completo di linea telefonica, collegamento ad internet veloce, servizio di segreteria e reception.

Time for Business è ubicato in Via Lima 7, zona centrale a 10 minuti dalla Stazione Termini.
Gli orari di apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 19,00.

Il listino prezzi in vigore dal 10 dicembre 2013 è il seguente:
- 1 ora: Euro 25,00*
- 2 ore: Euro 40,00*
- mezza giornata (4 ore mattina o pomeriggio): Euro 50,00*
- intera giornata: Euro 75,00*

* oltre IVA

Per info e prenotazioni: 06 8745261 o info@timeforbusiness.it


Twitter Ufficiarredati

In queste settimane abbiamo deciso di rinnovare o personalizzare in alcuni casi, come per il profilo Ufficiarredati.it in Twitter sfondi, testate ed icone dei social network.

Oggi vi presentiamo la pagina Twitter, dove abbiamo inserito una testata personalizzata

ed uno sfondo personalizzato. In questo social network come negli altri che pubblicheremo nei prossimi giorni abbiamo dato spazio ai servizi, foto reali e numeri del network.


13 dicembre 2013

Le richieste di Novembre 2013

Da qualche giorno si è concluso il mese di Novembre, abbiamo avuto modo di elaborare i dati sulle richieste ricevute e con piacere pubblichiamo il relativo grafico.
Riscontriamo anche per questo mese, come in quasi tutti i precedenti che l'andamento delle richieste sia simile all'anno precedente, questo tipo di curva lo rilevate anche nei vostri centri uffici?

Il dato di novembre 2013 versus novembre 2012 è di un +1,8%, su base annua, invece Gennaio 2013/Novembre 2013 rispetto al corrispondente periodo del 2012 rileva un + 5%.

Segnali positivi ne rilevo anche da contatti telefonici con alcuni di voi, più richieste e più concretezza mi sento dire, ora allora bisogna cementificare questi dati.


11 dicembre 2013

Migrazione RID in SDD scadenza 31 Gennaio


Oggi vi segnalo che a fine Gennaio 2014, il sistema di pagamento Rid sarà sostituito dal SDD (Sepa Direct Debt).
Proprio in questi giorni se avete fornitori che utilizzano questo sistema di pagamento riceverete comunicazione con raccomandata con ricevuta di ritorno in cui vi comunicano questo cambiamento.
Per tale ragione anche voi se utilizzate il RID come mezzo di pagamento proposto ai vostri clienti siete tenuti ad analoga comunicazione.
Ufficiarredati.it ha caricato in slideshare una lettera di esempio che potete scaricare ed inviare ai vostri clienti.


10 dicembre 2013

Tariffe medie postazione lavoro

Pubblichiamo traduzione dell'articolo Average desk rates and serviced office space 
Ringraziamo Executive Service Brescia

Nella seconda parte della nostra serie di post relativi alla presentazione della Global Workspace Association di Patty Vozzo, stiamo dando uno sguardo generale alle tariffe medie delle postazioni di lavoro in tutto il mondo. Patty è la Responsabile americana delle Soluzioni Aziendali di Instant e la sua presentazione era intitolata “La visione macro: il futuro è iniziato ieri”. La presentazione era incentrata sulla differenza nelle tariffe di affitto in tutto il mondo e sulla crescita del mercato degli uffici arredati (a cui ci si riferisce anche con il termine ‘suite esecutiva’) tra il 2011 e il 2013.

Le statistiche
Possiamo notare delle differenze significative nelle tariffe medie delle postazioni di lavoro in tutto il mondo:
• Parigi: $1490 / £920
• Tokyo: $1324 / £820
• Hong Kong: $1147 / £710
• Singapore: $1122 / £695
• Beijing: $1090 / £675
• Londra: $956 / £592
• Sydney: $875 / £542
• Shanghai: $722 / £447
• Madrid: $675 / £418
• Berlino: $620 / £384
*dati da luglio 2013  

Elaborazione dati Instant Offices

Quali sono i fattori che influiscono sulle tariffe delle postazioni di lavoro?
Le tariffe delle postazioni di lavoro sono in continuo cambiamento e sono determinate da numerosi fattori. I prezzi si basano generalmente sulla posizione e sulle caratteristiche dei singoli uffici all’interno del centro. Ad esempio, gli uffici d’angolo dotati di finestre hanno tariffe più elevate rispetto agli uffici più interni e gli uffici che godono di una visuale migliore o che si trovano in prossimità delle strutture del centro possono avere prezzi ancora più alti. Ovviamente anche la disponibilità generale all’interno del business center avrà il suo peso: a volte i centri aperti di recente offrono grandiose tariffe iniziali. Inoltre, la durata dell’affitto desiderata dal locatore può influire a sua volta sul prezzo concordato.

Per quale motivo le tariffe cambiano da città a città?
I livelli di affitto di proprietà commerciali e i costi di gestione e manutenzione delle strutture possono variare a seconda del mercato e ciò ha un enorme impatto sulle tariffe delle postazioni di lavoro. Ad esempio, i prezzi immobiliari a Parigi sono molto più alti rispetto a Berlino. La zona centrale di Parigi è molto densa ed è composta da numerosi edifici storici. Questi ultimi, a loro volta, hanno prezzi molto elevati per quanto riguarda l’affitto, l’arredamento e la manutenzione rispetto a un edificio più moderno di un mercato con prezzi inferiori come quello di Berlino. La domanda e l’offerta di spazi per uffici arredati sono strettamente legate anche alle tariffe medie delle postazioni di lavoro; i mercati con una scarsa offerta e un’elevata richiesta presentano tariffe più alte rispetto ad altri in cui la domanda è minore.


Analisi di un esperto
Il Responsabile dei Servizi Portfolio di Instant, Branton Moore, ha fornito il suo parere sulle tariffe delle postazioni di lavoro e sulle fluttuazioni del mercato: “L’affitto pagato dai fornitori di uffici arredati influisce sicuramente sui prezzi che devono proporre ai loro clienti ma le modifiche delle tariffe degli uffici arredati non sempre rispecchiano il mercato immobiliare generale. Nel corso della recente crisi finanziaria mondiale molti fornitori di uffici arredati hanno sfruttato questa situazione come un’opportunità per firmare affitti a lungo termine in un momento in cui il mercato immobiliare era debole. Ciò ha portato a un aumento dell’offerta aggiuntiva di spazi per uffici arredati nel mercato che necessitava una ripresa. L’offerta è cresciuta rispetto alla domanda, facendo così abbassare le tariffe. I centri erano inoltre impazienti di riempire i loro nuovi locali, pertanto hanno proposto tariffe iniziali piuttosto interessanti. Anche quando l’intero mercato immobiliare si è ripreso e le tariffe sono cresciute, gli uffici arredati sono stati in grado di continuare a offrire soluzioni invitanti. Ad esempio, le tariffe delle singole postazioni di lavoro presso gli uffici arredati a Hong Kong erano inferiori rispetto ai costi totali per l’affitto tradizionale delle strutture. Con l’aumento della domanda, questo divario si sta restringendo ma ci sono ancora fantastici affari da cogliere nel mercato degli uffici arredati di Hong Kong.”


Tradotto da: www.traduzionieuffici.it
Executive Service Brescia, agenzia di traduzioni dal 1989.
Numero Verde 800650464

5 dicembre 2013

L'iniziativa? E' donna

 
Nel 2012 le imprese femminili presenti in provincia di Modena erano 15.500, registrando così un aumento del + 0,9% rispetto al 2011.
Nonostante quindi la congiuntura italiana, alcune donne non si stanno tirando indietro e, rimboccandosi le maniche, avviano nuove attività o si reinventano con nuove iniziative.
A livello istituzionale, varie sono le misure intraprese a sostegno dell'imprenditoria 'rosa'.
La campagna del governo "Riparti da te! Bella impresa essere donna", si pone l'obiettivo di far conoscere alle donne le modalità di accesso ai prestiti agevolati e stimolare l'iniziativa attraverso lo strumento del microcredito.
Per ottenere maggiori informazioni è possibile consultare il sito
www.microcreditodonna.it.
Inoltre il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha approvato per l'anno 2013 il "Programma obiettivo per l'incremento e la qualificazione dell'occupazione femminile, mediante l'inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro, sviluppo e consolidamento di imprese femminili.". Il programma ha lo scopo di facilitare l'inserimento e il reinserimento in azienda di donne under e over 35 anni  e consolidare le imprese femminili  attraverso una serie di strumenti, finanziari e non.
In provincia di Modena non mancano le iniziative locali: grazie al network 'Emiliamo' , più di 300 donne hanno deciso di vendere online i prodotti dei propri esercizi commerciali chiusi a causa del terremoto, promuovendo contemporaneamente le azioni volte a ricostruire e recuperare i centri storici danneggiati.
 

O&A Centro Affari e Uffici Arredati sostengono le iniziative in materia di imprenditorialità femminile proponendo i servizi di affitto a tempo di uffici e sale riunioni arredati che permettono l'immediato avvio di attività professionali.
 
Il futuro delle imprese? Rosa!
 
Elisa Pelliciari per O&A Centro Affari

4 dicembre 2013

I servizi su misura di O&A Carpi

Il 21 Novembre il settimanale di Carpi (Modena), Voce ha dedicato una pagina ai colleghi Angela Malagoli ed Oscar Sacchi, che nel 2006 hanno aperto due business center in città, uno adiacente la stazione ferroviaria ed il centro storico, il secondo adiacente il casello autostradale. Nelle scorse settimane ho anche pubblicato, estratto dall'intervista, il messaggio: l'ufficio su misura per te.

Per chi volesse scaricare l'articolo in pdf lo trova in slide share sotto l'immagine dell'articolo.

2 dicembre 2013

A Carpi continua la rassegna "L'Umorismo ai tuoi piedi"

La storia di questa rassegna umoristica è una storia di passione e costanza.
Ideata da Oscar Sacchi nel 2007, questa mostra permanente, unica in Emilia Romagna, è ospitata nel business center O&A Centro Affari.
Assieme alla socia Angela Malagoli, Oscar Sacchi allestisce ogni mese al primo piano del loro centro uffici, l'esposizione, composta da 15 opere umoristiche di ogni genere, dalle più graffianti alle più poetiche, appartenenti ai migliori disegnatori satirici italiani.
Ogni visitatore ha inoltre la possibilità di visitare "L'Umorismo ai tuoi piedi"  accompagnato dalla guida di Oscar e Angela.
A distanza di 6 anni la rassegna continua ad avere una ricca lista di umoristi in attesa di esporre le proprie vignette.
La mostra, ad ingresso gratuito, è visitabile negli orari di apertura di O&A Centro Affari.
 
Il prossimo umorista in esposizione sarà Beppe Battaglia, in arte B.BAT. Nato in provincia di Varese ha incominciato a disegnare a 13 anni. Ha ottenuto riconoscimenti internazionali e nazionali grazie ai suoi disegni dal tratto lineare e pulito .
La personale di Beppe Battaglia sarà esposta dal 1° al 31 Dicembre presso O&A Centro Affari. (In anteprima una vignetta della personale esposta)
In esposizione nei prossimi mesi: Ugo Sajni, Manlio Truscia,  Gianni Carino, Franco Oneta, Ghino Corradeschi,Mariano Congiu ed altri ancora.
 "L'Umorismo ai tuoi piedi" è una rassegna umoristica con ingresso libero, nata nel 2007 da un'idea di Oscar Sacchi: realizzata con la collaborazione dei "Locali del Sorriso", ha luogo presso gli spazi di O&A Centro Affari, viale L.Ariosto 14/B a Carpi (MO).
 La mostra segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 8.30/12.30 - 14.30/18.30.
 Per informazioni: 059.687750
Angela Malagoli e Oscar Sacchi
info@oeacentroaffari.it www.oeacentroaffari.it www.ufficiarredati.info

29 novembre 2013

I servizi del business center come un abito su misura?

Mi piace pubblicare questa immagine studiata qualche anno fa dai colleghi di Carpi dell'O&A Centro Affari che ho rivisto recentemente sul settimanale Voce di Carpi.
I nostri servizi, uffici, domiciliazioni....possono essere considerati come un abito su misura studiato per i nostri clienti, cosa ne pensate?


27 novembre 2013

Business Center Parma ospita l'evento di GIA Networking di Filiera - Abbigliamento e Moda




Ora che al Business Center Parma sono state ultimate le grandi sale riunione e meeting attrezzate, è stato possibile ospitare - nella serata di Mercoledì 20 Novembre 2013 - l'evento organizzato da GIA Networking di Filiera per circa 50 dei suoi associati.

L'incontro si è focalizzato in particolare sulle potenzialità di Rete nell'offerta del Made in Italy sui Mercati internazionali nella logica del Total look italiano e sugli strumenti di Rete, i Social Network e le relative Piattaforme Elettroniche, quali opportunità concrete ed innovative per le Pmi per inserirsi nel Business.

Dopo il meeting è stata servita la cena nei nuovi spazi del piano terra del Business Center Parma, attrezzati per l'occazione a sala per il servizio catering.



Conservatorio22 Business Centre Milano

Dopo aver presentato Business Office 55 business center del collega Luca Laneri in piazza Risorgimento a Milano, oggi è l'occasione per conoscere Alberta Besozzi e Conservatorio 22 storico Business Centre milanese in zona San Babila.

Alberta ci racconti quando e come nasce Conservatorio 22 Business Centre? 
Nasce il 2 maggio 1982. All’epoca i Business Centre a Milano si contavano sulle dita di una mano e la nostra più grande difficoltà era far capire al mercato in cosa consistesse la nostra attività, superando il naturale scetticismo che, inizialmente, si coglieva nei nostri interlocutori. Oggigiorno questa diffidenza è ormai superata, i Business Centre sono una realtà importante, apprezzata e riconosciuta anche dalle istituzioni (v. recente Contratto Tipo della CCIAA) 
Come è cambiato il mondo dei Business Centre a Milano in questi anni?  
Le moderne tecnologie hanno preso il sopravvento e quei servizi di assistenza di segreteria vera e propria, mi riferisco alla battitura di testi, all’inoltro di telex (prima ancora dei fax!), ai documenti cartacei da archiviare per il cliente…., per non parlare dell’uso del telefono fisso, sono crollati. Oggi è necessario fornire servizi all’avanguardia, con impianti e apparecchiature di nuova generazione, di supporto al business del cliente.  

Quale sono le caratteristiche di Conservatorio 22? Sappiamo che avete anche un’area relax. Direi che la principale caratteristica del Conservatorio22 Business Centre è la particolare attenzione a prestare servizi e condizioni personalizzate, in funzione delle singole specifiche esigenze: nel limite del possibile si può persino scegliere l’arredo, optare per un ufficio con parquet piuttosto che moquette, che si affacci sul giardino o fronte strada, che sia più operativo o di rappresentanza. Quindi per riassumere: personalizzazione del servizio e massima flessibilità. In quanto alla nostra “area relax” abbiamo pensato anche al benessere psico-fisico dei nostri clienti, offrendo loro la possibilità di usufruire, nel corrispettivo del servizio ufficio, anche di una palestra attrezzata nel contesto della propria sede di lavoro. Tuttavia è molto di più di un’area relax, in quanto l’Unità Medica Conservatorio22 offre la possibilità anche a Medici Specialisti di usufruire di studi medici attrezzati, immediatamente operativi, ad uso esclusivo o in condivisione, regolarmente autorizzati ASL. 

Il centro è vicino San Babila, chi sono, se ci sono clienti tipo? Avete anche richieste di coworking? La nostra clientela è diversificata: dal libero professionista all’azienda straniera, dalle start-up alle aziende più consolidate sul mercato, un po’ in tutti i settori. In alcuni casi c’è chi pensa di avvalersi del nostro Business Centre per un periodo temporaneo, magari in attesa di trovare una sede definitiva, poi ne apprezza la convenienza e non ci lascia più. Ospitiamo un’importante azienda Giapponese da circa 25 anni e non è un caso isolato!. In quanto al co-working, l’iniziativa da noi intrapresa tempo fa non ha incontrato un grande successo ed è stata interrotta: forse i tempi non erano ancora maturi, per il futuro chissà! … 

Qualche numero di Conservatorio 22( superfici, uffici, dipendenti…) una sorta di carta di identità. Opera di pregevole architettura (progetto Vico Magistretti), il Conservatorio22 Business Centre, ubicato nell’omonima via, nel centro di Milano, mette a disposizione 50 uffici, di varie tipologie, arredati ed attrezzati da 15 a 200 mq., con tre sale riunioni; la superficie totale è di 2.500 mq

Avete avuto o avete in essere relazioni con altri centri uffici a Milano e non? 
Se intendiamo veri e propri “agreement” no, fatta eccezione dal lontano giugno 1991 quando, in partecipazione con Pick Center e Day Office di Roma aprimmo, a Linate, il primo Business Centre italiano all’interno di un Aeroporto. Tuttavia, con alcuni Business Centre intratteniamo ottimi rapporti di reciproco scambio e collaborazione: se il Conservatorio22 Business Centre non ha le caratteristiche per soddisfare le richieste di un potenziale cliente perché non indirizzarlo verso altri Centri? Avremmo la sua riconoscenza e, anche in questo caso, offerto un ottimo servizio, base del nostro lavoro. 

In questo periodo di difficoltà economica avete pensato a delle offerte o promozioni che volete illustrarci? 
Le promozioni in corso prevedono dei pacchetti su misura per chi è interessato al servizio ufficio virtuale personalizzato, con sconti sino al 25% per contratti annuali, con pagamento anticipato. Per il servizio ufficio su base mensile, sino a disponibilità, proponiamo un ufficio doppio al corrispettivo del singolo. 

Siete stati come dire alla finestra per un po’, dopo un paio di anni avete deciso di entrare in Ufficiarredati.it, come mai questa scelta? 
“Bisogna sempre essere al passo con i tempi e non lasciarsi sfuggire le buone proposte e gli strumenti che il mercato offre” Questa massima vale non solo per i nostri potenziali clienti alla ricerca di soluzioni nuove per ampliare il loro business, vale anche per noi. Ufficiarredati.it ha saputo organizzare una struttura valida, che seleziona e propone Centri Servizi seri e qualificati, fornendo altresì informazioni sempre aggiornate e complete nell’ambito dei servizi business: pertanto siamo certi che ns. scelta – ben ponderata – ci porterà positivi risultati.

25 novembre 2013

Business Office 55 raddoppia

Intervista con Luca Laneri nostro collega a Napoli con Business Office 55 e da poco anche a Milano con una seconda sede, lo abbiamo intervistato per capire cosa lo ha spinto ad aprire un secondo business center e le differenze che sta vedendo tra Napoli e Milano.

Luca non bastava un centro uffici a Napoli, ora anche a Milano. In un anno sei già in espansione, quali gli elementi che ti hanno spinto ad aprire una seconda sede? 
Ritengo che nei momenti di crisi bisogna investire per essere lì pronti prima di tutti a cogliere i segnali di ripresa. Ritengo Milano il primo luogo naturale in cui verranno colti i primi segnali di ripresa ed essere lì pronti lo ritengo un’opportunità. Nel meridione spesso siamo “costretti” ad attendere che gli eventi prima o poi ci coinvolgano… che i venti provenienti dal nord gonfino le nostre vele. Ho scelto Milano per non attendere più. E’ una strategia rischiosa… ma sono certo che darà belle soddisfazioni.

Entrambi i centri non sono molto grandi, poco meno di 300 mq. La scelta da cosa è determinata: dalla disponibilità di questi uffici o da valutazioni anche economiche? In genere la dimensione minina per essere profittevole è di circa 400/500 mq
Ho puntato a creare strutture di prestigio, in luoghi di primaria importanza, di alta immagine e rappresentanza, con arredi di lusso. Ho cercato di differenziami rispetto all’offerta media di grandi ed un po’anonime strutture operative. Il mio cliente, ed ancor più i clienti dei miei clienti, non devono avere la percezione di trovarsi in un luogo “temporaneo”, con infiniti corridoi, tante porte, con strutture che sembrano batterie per allevare polli! Devono, invece, sentire propria la struttura, anche se solo per un giorno, e per fare questo le dimensioni sono fondamentali. Le grandi dimensioni non sono facili da trovare in centro città e soprattutto a costi ragionevoli. Per essere presenti nel cuore più elitario delle grandi città bisogna arrivare ad un compromesso e ritengo che la quadratura dei 300 mq circa ben distribuiti lo siano.

A Milano in quale area si inserisce il business center e come lo stai promuovendo?
Nel quartiere di Porta Vittoria, in Piazza Risorgimento. E’ un luogo molto elegante, con un ampio parcheggio proprio al di sotto della piazza. E’ un crocevia di tante primarie strade e subito al di fuori della zona C. A 10 minuti circa a piedi dalle fermate della Metro di Palestro e San Babila. E’ a 9 euro di taxi dalla stazione. Garantito! (chi spende di più la differenza la pago io!) Lo strumento promozionale primario è il web e vi ho dedicato quest’anno ben l’80% del budget annuo pubblicitario. Ho differenziato gli investimenti sul web per acquisire così la dovuta esperienza. Si completa con materiale stampato per la libera distribuzione. Stanno iniziando campagne promozionali specifiche per settori e categorie professionali con un occhio di riguardo al settore estero. L’anno scorso ho destinato il 70% del budget pubblicitario in carta stampata (quotidiani nazionali e locali). Un bagno di sangue con scarsissimi risultati. E’ una esperienza che non ripeterò più. Resta il web la fonte primaria di contatti.

Hai primi riscontri a Milano pur se aperto da poco e quali le differenze più evidenti con Napoli?
Il rapporto è quasi di 8 a 1 per Milano. A Milano vi è una dinamicità e velocità nettamente maggiore rispetto a Napoli. A Napoli il primo cliente è arrivato dopo 3 mesi… a Milano dopo neanche due settimane senza aver fatto alcuna pubblicità. La campagna pubblicitaria su Milano è appena iniziata… e già ci sono incoraggianti segnali tanto che sto valutando già la reale possibilità di ampliamenti. Spesso per spiegare perché scegliere un ufficio temporaneo faccio un esempio e subito mi comprendono: siamo passati dall’auto di proprietà all’auto acquistata in leasing… poi a quella a noleggio lungo termine fino ad arrivare (a Milano per prima!) al car sharing. A Napoli il cliente tipo è il professionista, in particolare l’avvocato. A Milano, invece, è la società.

Ti fermi a due o hai in mente un’ulteriore espansione? Chi ti sta aiutando per tutti gli aspetti legati alla scelta del personale, arredi, infrastrutture?
Per il momento va bene così. Un Business Office 55 all’anno non è cosa da poco! Milano ha aperto giusto ad un anno di distanza da quello di Napoli. Ad Ottobre 2014 vedremo… Invece sto valutando l’estero, ovvero i “nuovi” paesi europei. Vi è una tendenza sempre più forte a delocalizzare il commercio e l’attività produttiva in paesi dell’est Europa in cui il livello di tassazione ed il costo delle energie sono di gran lunga inferiori rispetto l’Italia e la mia attività professionale a questo si sta concentrando nell’ultimo periodo. Purtroppo la concorrenza orientale (Cina ed India) in aggiunta alla crisi che ci attanaglia tutti stanno costringendo tanti imprenditori ad esplorare nuovi territori in cui proseguire il proprio business. Ed un business center è il primo passo per gli imprenditori per “assaggiare” queste nuove realtà. Faccio tutto io: scelgo il personale, gli arredi, gli allestimenti informatici, seguo i lavori edili, ect. Una attività nuova va seguita personalmente in tutte le fasi, e le prime fasi sono proprio quelle più delicate. Se parti male è difficile poi correggere. Il potere di delega è molto pericoloso e va ben dosato. E poi dalle mie parti di dice che “gli occhi del padrone ingrassano il cavallo!”

Hai avuto modo di visitare business center a Milano, hai rapporti con loro? A Napoli hai creato delle sinergie che pensi di replicare a Milano?
Non ho avuto ancora la possibilità personalmente di visitare altri business center di Milano ma ho incaricato il mio personale a farlo. Ho ricevuto una serie di report che hanno confermato con grande soddisfazione il mio posizionamento all’interno della matrice in cui sono presenti gli altri competitor. Avrò intenzione di creare sinergie in quanto spesso capita di poter “dirottare” potenziali clienti ad altre sedi per questioni di zone e di costi. Già mi capita di farlo abitualmente a Napoli a favore di colleghi che neanche lo sanno! Ma va bene così. La sinergia più evidente creatasi naturalmente è quella proprio tra la mia sede di Napoli e quella di Milano. Disponendo di due strutture dislocate ai due opposti della penisola non solo ho rafforzato il brend dandogli un importanza “nazionale” ma ho avuto anche la possibilità di vendere il prodotto con maggiore facilità dando la possibilità ai clienti che utilizzano i “pacchetti pre-pagati” di scegliere indistintamente una delle due sedi. Ovviamente sono maggiormente i clienti napoletani che richiedono l’utilizzo della struttura di Milano. Certamente avrò intenzione di inserirmi nel tessuto imprenditoriale della città di Milano conoscendo gli altri colleghi e cercando di fare sinergie soprattutto con centri che offrono soluzioni differenti da quelle da me proposte in modo da non “perdere dalla rete” alcun cliente. E’ appena un mese che sono a Milano… e mi devo ancora ambientare al clima!

22 novembre 2013

Srl capitale 1 euro, ecco quante ne sono state costituite

Unioncamere ha analizzato per ciascuna Provincia italiana e nello specifico il numero di Srl con capitale di un solo euro costituite nel periodo Ottobre 2012 - Settembre 2013. Abbiamo pubblicato e condiviso i dati, si parte dalle 2012 Srl costituite a Roma, 1170 a Napoli, 801 a Milano fino ad arrivare alle 17 di Aosta o alle 16 di Belluno.
Ma a noi business center cosa ci dicono questi numeri? Che si costituiscono tante Srl non solo "tradizionali" ma anche nuove Srl che hanno bisogno di un indirizzo da eleggere come sede legale. Se si analizzano i numeri si scopre che alcune citta' medie del Sud hanno visto nascere piu' Srl di citta' medie del Nord, perche' quindi non promuovere i business center e i nostri servizi targhettizzandoli verso queste start up? Cosa ne dite?

 

20 novembre 2013

Adsl Telecom Italia problemi di connessione

Nel pomeriggio di oggi sembrano esserci problemi importanti sulla rete Adsl di Telecom Italia, Twitter è invaso di messaggi con #telecomitalia il cui 187 tra l'altro non risulta raggiungibile. Voi con quale operatore lavorate, ma sopratutto avete una linea di backup con un operatore diverso dal principale?

19 novembre 2013

Via Vincenzo Monti a Milano, Executive

Nelle scorse settimane abbiamo pubblicato il video di presentazione di Hos Brescia oggi con piacere estriamo dal canale You Tube Ufficiarredati il video di Executive Service Network ambientato nella sede milanese di via Vincenzo Monti. Gli spazi sono quelli oggi diventati la Lounge appena inaugurata e adiacente la reception del centro.
Buona visione!.

14 novembre 2013

Nei business center non può esserci il coworking, prosegue il dibattito



Puntata numero 2. Traduzione dell'articolo originale a cura di Giulia Antonella Zingaro www.traduzionizeta.com. 

La prima parte dell'articolo tradotto è sul nostro blog.

Nei giorni scorsi abbiamo dato il via ad una discussione su come i Business Centre e gli spazi in coworking si mescolino o non si mescolino, a seconda del caso. 

L'articolo - “Nei Business Centre non può esserci il coworking (prima parte)” - ha discusso l'idea che il Business Centre non rappresenti realmente quello che è oggi considerato un vero spazio in coworking. Tuttavia, come abbiamo scoperto, non c'è nessuna regola ferrea che definisca il coworking

Alcuni Business Centre lo hanno capito. Altri no. Alcuni sono incerti e offrono la loro versione di coworking solo per dire che fanno coworking. Dal momento che ormai è un mercato fiorente, ha senso che la comunità dei Business Centre ne voglia far parte. 
Un approccio diverso mentre alcuni Business Centre possono lottare per dedicare il tempo e l'attenzione di cui gli spazi in coworking necessitano per prosperare e crescere, gli operatori hanno un altro modo per portare il coworking nella mischia. Una conclusione realizzabile è quella di creare un'offerta indipendente che funzioni in modo autonomo come un singolare marchio coworking. Basti guardare Club Workspace come esempio di successo. “Gli spazi in coworking indipendenti hanno la capacità di specializzarsi e concentrarsi su quello che fanno”, ha detto James Friedenthal, Amministratore Delegato di Club Workspace di Londra, la sezione di coworking di lunga tradizione commerciale del marchio locale, Workspace Plc. Workspace ha preso una decisione consapevole, separare la propria offerta di coworking. “I fornitori indipendenti possono essere più agili e muoversi più velocemente”, ha spiegato James. “Il coworking non è semplicemente scrivania e sedie e non è un prolungamento del rapporto proprietario-inquilino. Richiede un approccio diverso – un approccio basato più sul tempo libero e la vendita al dettaglio, piuttosto che sulla proprietà commerciale”. Per questo, Club Workspace funziona come un business separato e completamente indipendente, con un proprio marchio e propri termini e condizioni, addirittura con una propria terminologia. Quindi, i Business Centre hanno bisogno di ispirarsi a questo modello per sviluppare una strategia di coworking di successo? Come abbiamo notato in precedenza, dipende in gran parte dalle esigenze delle aziende che utilizzano lo spazio. 

http://rocket-space.com/coworking-radically-transforming-commercial-real-estate/
Un Business Centre potrebbe avere uno spazio di lavoro perfettamente condiviso che è accessibile, ben attrezzato, a prezzi moderati e un caffè fresco da far perdere la testa. Potrebbe non essere un classico spazio in coworking con una ricca comunità e i mobili più stravaganti all'ultima moda, ma potrebbe essere la soluzione perfetta per le imprese locali. Questo, sicuramente, è ciò che più conta. Diversità Mentre James riconosce che gli spazi in coworking hanno alcune importanti caratteristiche, come ispiratore, collaborativo e guidato dalla comunità, egli riconosce anche che il successo di uno spazio in coworking è deciso dai suoi stessi membri. “Il mercato lo accetterà o lo rifiuterà”, ha detto. “Per i Business Centre l'opportunità chiave sta nella diversità e nella crescita. La diversità è naturale, e i Business Centre hanno sempre la scelta di cambiare un po' dei loro spazi o di virare su uno spazio in coworking. Se funziona o meno dipende in ultima analisi dalle persone che lo utilizzano. Se si sviluppa una forte offerta con una solida base di clienti, i Business Centre hanno soddisfatto un bisogno e non avranno niente di cui preoccuparsi”. Ibridazione, molti Business Centre e gli operatori delle postazioni di lavoro flessibili stanno cominciando ad aggiungere il coworking alla loro offerta. Più di recente, Bizspace ha ufficializzato il loro lancio del coworking e anche Avanta si è unita alla comunità del coworking con una nuova lussuosa sede nel West End (quartiere di Londra, n.d.t.). Abbiamo già sentito parlare della cosiddetta ibridazione di Business Centre e spazi in coworking, una tendenza che Ray Lindenberg di Select Office Suites ha monitorato per un certo periodo. Ha addirittura osservato che alcuni spazi in coworking indipendenti si stanno indirizzando verso un modello di Business Centre attraverso la privatizzazione di alcune parti del loro spazio. Piuttosto che cercare di definire il coworking, dovremmo invece concentrarci su ciò che spazi diversi sono in grado di offrire al loro mercato. 

http://www.wakeupnews.eu/coworking-condividere-spazi-e-idee-lavorando-in-sinergia/
Il coworking è fiorente e, dal momento che la domanda aumenta, i Business Centre stanno effettivamente adeguando la loro offerta per soddisfare le esigenze delle imprese locali che vogliono sempre più flessibilità dal proprio spazio di lavoro. Ed è giusto che sia così. Non tutti vogliono uno spazio in coworking con una vivace atmosfera comunitaria. Lo so perché sono uno di loro. Vado in uno spazio in coworking per lavorare. I posti vivaci, rumorosi non vanno bene per me - e non sono il solo. I Business Centre hanno la possibilità di portare una ricca varietà di spazio di lavoro al settore del coworking, in una gamma molto più ampia di luoghi, che non faranno altro che contribuire a rafforzare il mercato. Personalmente, non vedo l'ora di vedere spuntare sempre più spazi in coworking, sia indipendenti che nei Business Centre, nelle città e nei paesi, nei parchi commerciali, sopra i negozi e alle spalle dei bar. In breve, ovunque siano necessari. Come Desk Union’s Victoria ha aggiunto: “C'è abbastanza spazio per tutti, a patto che ogni spazio rappresenti la propria nicchia ben definita. Tutto si riduce all'offerta di prodotti e al particolare tipo di comunità che lo spazio cerca di sviluppare. La creazione di un'ampia gamma di spazi può solo aiutare ad elevare il profilo del coworking agile che vada bene per la popolazione generale. “Siamo certi che questa sia una vittoria per tutti?” 

Ringrazio Giulia Zingaro per la sua traduzione, ricordo che Giulia ha lavorato presso il Milano Business Center e ora ha dato vita ad una start-up www.traduzionizeta.com
 

12 novembre 2013

Palazzo 900, il business degli uffici è a noleggio è qui

Ciao Armando, ormai molti colleghi ti hanno conosciuto a Roma nel corso del workshop di ufficiarredati.it e con il video, rececentemente pubblicato in questo blog. Una breve intervista per farti conoscere meglio e per farti conoscere ai nuovi colleghi.

Cos’è e dove è HOS?  
H.O.S. BRESCIA è un business center al terzo piano del prestigioso "Palazzo 900” totalmente ristrutturato. Siamo nel cuore della città di Brescia in Via Moretto nr. 38/b, nel pieno centro storico a due passi da tutto ... a 5 minuti da 2 fermate della metropolitana "Piazza Vittoria" e "Stazione FS". A 10 minuti dalla Stazione Ferroviaria. 

Il tuo business center richiama un pò gli edifici statunitensi con attici, rifiniture di pregio e poi piani con servizi per imprese e studi. Come mai questa scelta? 
Il mondo professionale e dei servizi sta cambiando alla velocità della luce, il futuro sarà sempre più “complicato”, e richiederà sempre più efficienza, noi ci siamo impegnati per cercare di trovare nuove ed innovative “soluzioni” che possano aiutarci a lavorare meglio, soprattutto in qualità. H.O.S. Brescia è una nuova idea, pensata e condivisa con importanti Opinion Leader, che accomuna una location di pregio. Il nostro business center è sull’intero terzo piano del Palazzo 900 ubicato nel pieno Centro Storico di Brescia vicino alla CCIAA, alla sede Inps ed al Tribunale, … un ambiente di qualità e design, dotato di tecnologia dell’ultima generazione e servizi condivisi per offrire una grande Immagine al minor costo possibile di gestione per oggi e per il futuro sicuramente il meglio.

Avete inaugurato a fine 2012, avete ospitato nella “piazzetta”eventi importanti con personaggi noti.Parlacene un pò. 
H.O.S. Brescia in stretta collaborazione con il Palazzo 900 è sempre disponibile ad ospitare eventi importanti nella propria sede, soprattutto nella “Square” all’interno del Palazzo 900. In questo modo noi vogliamo che la nostra location diventi un punto di incontro per conoscersi come quando abbiamo inaugurato i nostri spazi in occasione della festa 12 BMode di moda e design a Brescia da venerdì 14 a domenica 16 settembre 2012. In tale occasione è stato possibile scoprire la nuova concezione degli spazi, la vista straordinaria e le soluzioni tecnologiche innovative presenti nel palazzo. Arte, design, moda, danza e musica sono stati i protagonisti assoluti di questa iniziativa“. Questi tre giorni sono stati un'occasione unica per vedere, sentire e lasciarsi inebriare da immagini che raccontano la nostra cultura del novecento attraverso l'architettura, l'industria e il design del 900 bresciano, caroselli anni 50 e 60, e due documentari firmati da Cesare Zavattini e appartenenti all'archivio della Fondazione Luigi Micheletti. Un ampio spazio è stato dedicato all'arte contemporanea negli spazi residenziali degli ultimi piani del Palazzo 900. Gli artisti protagonisti di queste giornate sono stati Guido Azzalin, Marcello Gobbi, Francesco Levi e Camilla Rossi. Nella “Square” Patrizia Fratus ha eposto la sua installazione "Le tre Grazie", uno sguardo ironico sul mondo della moda e della femminilità. Dal secondo piano hanno trovato invece spazio diversi oggetti legati alla moda e al design grazie alla preziosa sinergia instaurata con Leone Arredamenti & Contract, Manoucher Rachtian Gallery, Gioielleria Barozzi, Area Dock's, Vespa Club Brescia, Simone Gedeone Podavini e i negozi di abbigliamento e accessori Axel e Ice. Mobili, accessori, gioielli e abiti per raccontare il nostro stile di vita per confrontarsi,come l’evento organizzato dal senatore Corsini, che ha permesso un faccia a faccia tra il filosofo Cacciari ed il monsignor Luciano Monari a confronto su politica e teologia, partendo da una lettera di san Paolo.

I vostri uffici arredati sono molto ricercati, cosa trovano i clienti? 
Non è assolutamente facile soddisfare le esigenze dei clienti, ma il nostro obiettivo è quello di curare i minimi dettagli, un nuovo concept, dove la qualità, il design, ed i migliori servizi devono essere “Padrone Assoluto”, ambienti moderni e funzionali, dove esaltare la propria immagine e professionalità, dove lavorare deve essere un piacere per il professionista e per i suoi ospiti. Dalla reception, all’attesa, agli uffici operativi e direzionali, il tutto è coordinato nei minimi dettagli per offrire un’immagine unica e riconoscibile, oltre ad una piacevole sensazione di ospitalità e professionalità. 

Qual è il vostro tipo di clientela? 
Noi siamo attivi da circa un anno, ma stiamo riscontrando molto interesse da professionisti e società di un certo livello. 

Avete anche due sale riunioni da 12/14 posti con servizio di videoconferenza, ci puoi fornire qualche informazione su questo servizio?  
Ancora oggi si fa confusione tra videoconferenza e multiconferenza. Per la precisione si parla di videoconferenza quando c’è interazione sincrona in audio, video e dati fra due o più soggetti e si parla di multiconferenza quando si può mettere in comunicazione tra loro dispositivi diversi (pc con o senza webcam, telefono fisso o mobile, videoconferenza) rendendoli interattivi. Oggi esistono parecchi prodotti con caratteristiche tecniche e costi notevolmente diversi, addirittura alcuni sono gratuiti, ma ogni prodotto va scelto in base al contesto di utilizzo. Lo standard minimo da garantire per una videoconferenza è l'audio. Se ci sono problemi legati alla qualità dell'audio, (rumori, distorsioni oppure eco) la videoconferenza è completamente inefficace. Nel caso in cui si utilizzi una videoconferenza in un’assemblea (CDA od assemblee soci), qualche amministratore, sindaco o socio potrebbe dichiarare a fine assemblea che l’audio non era perfetto e qualcuno dei presenti potrebbe anche chiedere l’annullamento dell’assemblea stessa. Quindi immaginiamo le problematiche che potrebbero sorgere tra il nostro business center ed il cliente. Ci sono vari standard e protocolli che i costruttori impiegano sui propri sistemi di Videoconferenza, ma da una mia indagine i protocolli che garantiscono un ottimo risultato sono H.320 e H.323, che operano su reti internet IP. 

Perché hai deciso di aderire al network Ufficiarredati.it? 
Nel mese di Aprile di quest’anno ho avuto modo di conoscere il Dott. Gianluca Mastroianni, il quale mi ha descritto il lavoro che il network “ufficiarredati” svolge a supporto dei business center. Fin dal primo incontro è nata una reciproca stima che mi ha permesso di sviluppare ulteriormente i rapporti con i potenziali clienti. Io sono convinto che da soli non si va da nessuna parte. Oggi, più che mai, è fondamentale una buona collaborazione ed una sana competizione costruttiva, affinché ogni società sia sempre sollecitata a migliorarsi  linfa vitale di ogni spirito imprenditoriale. Il network è di supporto ai business center ed è positivo il fatto che si ricerchino sempre nuove idee, come quella che stanno sviluppando ora con l’e-commerce. Fantastica anche l’area riservata dalla quale si possono avere ulteriori informazioni come la segnalazione dei “clienti cattivi”. 

Hai partecipato al workshop di Roma, come è andata e come ti hanno accolto le altre sedi? 
Sono stato molto contento di partecipare all’incontro di Roma, perché ho avuto la sensazione di essere stato abbracciato da tutti i partecipanti. Ho anche avuto modo di stringere alcuni rapporti di amicizia. Il confronto con loro è stato molto costruttivo, soprattutto per la totale trasparenza nell’esposizione dei problemi che ognuno stava vivendo nella propria location. Ritengo che ognuno di noi in cuor proprio abbia e stia facendo il meglio per la propria attività, pertanto ben vengano ogni volta questi incontri che a parer mio sono molto stimolativi.

11 novembre 2013

Nei business center non può esserci il coworking

Articolo originale: http://www.officingtoday.com/2013/10/business-centres-cant-do-coworking/
Traduzione a cura di Giulia Zingaro:www.traduzionizeta.com

I Business Centre non sono spazi in coworking” - così dichiara qualche operatore e lavoratore con cui ho parlato negli ultimi mesi. Ma, dal momento che io stesso ho provato alcuni spazi in coworking, non posso dire di essere d'accordo. 

Molta gente ritiene che uno spazio in coworking debba essere fatto in un certo modo. Ha bisogno di una determinata atmosfera, dei mobili più moderni, magari di qualche decorazione all'ultima moda e poltroncine. Entrate in qualsiasi spazio in coworking indipendente e senza dubbio vedrete e percepirete un'atmosfera molto diversa da quella di qualunque business centre.
Ma come si può definire il coworking? Come si può dire quello che il coworking non é?.
La risposta esatta non è ancora stata definita. 

Non esiste una definizione certa e sicura di coworking - sebbene Nina Pohler si sia avvicinata con la sua definizione a tutto tondo tramite Deskmag: "Ogni area di lavoro con strutture flessibili che sia stata progettata per e da persone con atipici e nuovi tipi di lavoro - che non è esclusivamente per le persone di una determinata società".

In altre parole, coworking, come ogni altra forma di area di lavoro flessibile, è stato creato per soddisfare le esigenze di una vasta demografia di lavoratori che hanno bisogno di una soluzione flessibile, fattibile per soddisfare le loro esigenze di business. Quindi è ovvio che i business centre, che offrono uno spazio di lavoro con strutture flessibili, sarebbero il candidato perfetto per offrire uno spazio di coworking. Allora, perché esiste la convinzione che non possano farlo? (E dove sono tutti?) Victoria Arnold, fondatore del Desk Union, ha detto al nostro blog ciò che rende uno spazio un coworking: "In primo luogo, chiunque può mettere un paio di file di banchi in una stanza vuota e chiamarlo “spazio coworking”. In realtà, è molto di più". "Gli utenti investono in una comunità e questa è molto più difficile da creare di quanto si possa immaginare. 

Gli spazi di coworking indipendenti offrono una grande attrattiva alla Generazione Y e ai creativi, considerando che i business centre rappresentano la creazione di spazi di lavoro condivisi per una vasta gamma di specifici target di pubblico". “Agganciato” Qualsiasi spazio – business centre compreso - ha il potenziale per soddisfare questo bisogno della comunità. Ma la differenza sta nella capacità dell'operatore di investire tempo reale e fatica nell'aiutare la comunità del coworking ad evolvere. I business centre sono luoghi occupati da diversi clienti e servizi – a partire da uffici virtuali e sale riunioni a noleggio per arrivare a uffici arredati, servizi di reception e di gestione del luogo di lavoro-. 
Dato questo ambiente dinamico, è un rischio considerevole aggiungere il coworking nel mix. Alcuni commentatori del settore ritengono che i business centre si direzionino verso gli spazi di coworking al fine di salire sul carro del vincitore, e che questo approccio annacquato faccia ben poco per stare al passo con il movimento del coworking o con il dare alla luce il tipo di fiorente comunità che oggi si manifesta aiutando migliaia di start-up, liberi professionisti e professionisti mobili a far crescere il loro business. Ci sono altri modi per i business centre per introdurre il coworking - e un metodo in particolare, con una lunga tradizione del marchio britannico dello spazio di lavoro, si è rivelata un enorme successo. Scaveremo più a fondo questo argomento nella seconda parte del nostro focus: " Nei Business Centre non può esserci il Coworking".......

Traduzione a cura di Giulia Zingaro:www.traduzionizeta.com

8 novembre 2013

Richieste al network Ufficiarredati.it


Aggiornate le richieste lavorate dal network Ufficiarredati.it nello scorso mese di Ottobre. 
E' stato un mese a dir poco eccellente, picco di richieste mai raggiunte fino ad ora pari a 315, il segnale di un avvio di ripresa nella nostra economica? 
Nonostante il mese di Ottobre 2012 sia stato ottimo, questo Ottobre 2013 ha superato il corrispondente periodo dello scorso anno con un +16%

Le richieste totali dal 1 Gennaio 2013 al 31 Ottobre 2013 sono stati quindi 2.242 con un + 5,4% sull'anno. Nello stesso periodo del 2012 erano state 2.127.

A questo punto sarebbe interessante capire se i dati rilevati a Marzo di quest'anno, nel questionario anonimo presentato a Roma siano cambiati, i tempi di contrattualizzazione dalla richiesta si sono ridotti? I prezzi dei servizi sono in discesa o si rilevano primi timidi segnali di assestamento?

5 novembre 2013

Settantaduesima tappa per 'L'Umorismo ai tuoi piedi'

Per l'intero mese di novembre 15 opere dell'illustratore Giuseppe Festino saranno esposte negli ambienti del centro uffici O&A Centro Affari. Appassionato di fantascienza, Festino ha realizzato numerose tavole per le riviste italiane "Robot", "Alien", la francese "Fiction" e per le collane "I Libri della Paura" e "I Libri di Robot”. Disegna inoltre splendide tavole di carattere architettonico e paesaggistico.
Fra le sue numerose collaborazioni citiamo quella con l'Enciclopedia medica" della DeAgostini e i suoi contributi per le figurine disneyane di “Editrice Moderna” e per alcune copertine di dischi.
Questa imperdibile personale sarà esposta dal 1° al  30 novembre 2013 presso gli ambienti di O&A Centro Affari.

 
 

In esposizione nei prossimi mesi: Ugo Sajni, Manlio Truscia,  Gianni Carino, Franco Oneta, Ghino Corradeschi, Beppe Battaglia (B.BAT),Mariano Congiu ed altri ancora.
"L'Umorismo ai tuoi piedi" è una rassegna umoristica con ingresso libero, nata nel 2007 da un'idea di Oscar Sacchi: realizzata con la collaborazione dei "Locali del Sorriso", ha luogo presso gli spazi di O&A Centro Affari, viale L.Ariosto 14/B a Carpi (MO).
La mostra segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 8.30/12.30 - 14.30/18.30.
Per informazioni: 059.687750
Angela Malagoli e Oscar Sacchi
info@oeacentroaffari.it www.oeacentroaffari.it www.ufficiarredati.info


 

24 ottobre 2013

Uffici arredati a Latina? Aduaworkspace la risposta

Quando e perchè è nata l'idea di aprire un business center a Latina? 
Circa quattro anni fa decidemmo di trasformare la nostra attività da Agenzia di Rappresentanza a Società di consulenza Aziendale. La nostra sede, di circa 170 metri quadrati in pieno centro a Latina, era già suddivisa in vari uffici già attrezzati con tutti i servizi a disposizione dei nostri collaboratori commerciali. Quando decidemmo di offrire consulenza ai nostri clienti, pensammo di utilizzare i nostri uffici offrendoli ai nostri precedenti collaboratori che nel frattempo avevano intrapreso attività proprie in quei settori in cui noi operavamo come consulenti. Di fatto fu la prima esperienza di Coworking. Diverse società che condividendo clienti e servizi e contribuivano alle spese generali oltre a pagare un contributo mensile per l’utilizzo dell’ufficio. Da questa esperienza è nata l’idea del Business Center aperto a tutti i possibili Clienti. 

Avete avuto modo di vedere altre strutture ed ispirarvi prima di aprire il vostro centro? L’ispirazione è frutto di vecchie esperienze quando eravamo attivi come installatori di impianti telefonici. Il primo Business Center lo individuammo con una installazione di un centralino telefonico in via Veneto a Roma. Un piccolo Business Center con 6-7 uffici arredati, piccoli ma molto eleganti. Apprezzammo l’idea.

Dove si posiziona e quali sono i suoi numeri? 
L’idea del Business Center è dovuta principalmente all’ubicazione del nostri uffici. Per una città come Latina era impensabile aprire un Business Center che non fosse centrale e vicino ai principali enti. Tribunale, Procura, Comune, Camera di Commercio, INPS e centro commerciale in un raggio massimo di 300 metri.

Come sta rispondendo al momento la "piazza" di Latina a questo servizio?  
La risposta non è ancora soddisfacente perché la crisi, indubbiamente, ha rallentato queste forme di business. Il nostro territorio è sempre meno industrializzato e sempre più agricolo. Le grandi industrie farmaceutiche della provincia, stanno delocalizzando in altri paesi e le nuove iniziative imprenditoriali sono poche e a prevalenza artigianale. Gli Studi professionali preferiscono associarsi e condividere gli spazi esistenti. Aduaworkspace è il primo Business Center a Latina e stiamo promuovendolo con ogni forma pubblicitaria, web, locandine, stampa locale. 

Cosa vi aspettate da qui a 12 mesi e che tipo di comunicazione avete posto in essere o vi apprestate a lanciare? 
Nei tempi di crisi, si deve investire e noi stiamo comunque ampliando la nostra sede. Entro l’anno sarà operativa una nuova sala riunioni da oltre 40 posti e speriamo di interessare molte iniziative private, Enti ed associazioni locali. Cosa ci aspettiamo? ….un incremento di richieste di aziende e professionisti maturi per questo tipo di servizio. 

Quale è il prezzo medio di un ufficio a Latina a noleggio presso di voi e quale quello medio di un affitto nella vostra stessa zona? 
Il prezzo medio di un nostro ufficio arredato è di € 400 mensili ma spesso sembra non essere accessibile a molti nostri visitatori. Settimanalmente riceviamo dalle 3 alle 5 visite di clienti interessati alle nostre postazioni ma quasi tutti dichiarano di volere spendere al massimo 200 euro/mese. Quando gli offriamo una postazione in ambiente open space a 190 euro, dicono di volerci pensare e non tornano più. Tra l’altro, questo tipo di cliente non ci interessa e spesso lo disincentiviamo. 

Siete riusciti a far "parlare" di voi su testate cartacee o multimediali? 
Ci stiamo attrezzando.

Esistono coworking in zona?  
No! 

Cosa pensate di "poter dare" al network Ufficiarredati.it? 
Stiamo programmando iniziative nelle maggiori aziende del territorio e speriamo di sensibilizzarli all’utilizzo dei centri su tutto il territorio nazionale.

22 ottobre 2013

Sale riunioni, il modo piu'comodo di noleggiarle

Il modo piu' semplice di noleggiare una sala riunione con Ufficiarredati.it e' acquistare il comodo carnet per 5 ingressi e scegliere quello per 5 mezze giornate oppure per 5 intere giornate.

Massima flessibilita' quindi, un'unica fattura emessa al momento dell'acquisto del carnet, un referente - il centro uffici che ha venduto ed attivato il carnet - che puo' aiutarti in ogni prenotazione e suggerirti la migliore location per le tue esigenze.

Puoi richiedere il carnet chiamando il call center di Ufficiarredati.it al numero verde 800 090 130 oppure facendone richiesta direttamente alle sedi.

Maggiori dettagli nel nostro sito. Con Ottobre, le sale riunioni sono diventate 200, in 40 citta' diverse per oltre 70 sedi.


10 ottobre 2013

Hos Brescia video del business center

Da qualche giorno attendevo questo bellissimo filmato, realizzato a Brescia nella sede di HOS Brescia e nelle immediate vicinanze della sede.
Il video di presentazione della sede è anche un modo, secondo me ottimo, di presentazione dei servizi. Nel video compare il collega Armando Piccini, l'imprenditore che esce dalla metropolitana e raggiunge rapidamente il suo ufficio dove potrà ospitare nel suo elegante ufficio e nella sala riunioni i suoi ospiti, dopo aver verificato con la recepiton messaggi e posta ricevuta.
Con piacere pubblico questo video, anche perchè non nascondo che la "storia", i 3 minuti del filmato, sono una mia idea. Quando parlando con Armando Piccini e Luca Grazioli, che segue HOS Brescia per il web, è venuta fuori l'idea di realizzare un video ho detto subito: che non sia il classico video. Facciamo capire cosa è un centro uffici, quali sono i servizi e facciamolo raccontandolo dal lato di un imprenditore cliente.

Direi che il risultato esprime, anche grazie all'esclusività degli spazi, il concetto. Voi cosa ne pensate?



8 ottobre 2013

Business Center Padova, un video storico

Gianluca Pollesel in questi giorni ha condiviso nella sezione Facebook di Ufficiarredati un video che racconta come era il Business Center Padova nel 1979. Immagini che raccontano in pochi minuti "come eravamo", uno spaccato dei business center, non in bianco e nero, ma quasi ...
Pubblico sotto il video, ritengo unico nel suo genere. Grazie Gian!

 

4 ottobre 2013

Roma Eur Laurentina, conosciamo TP Center

Conosciamo meglio Nathalie Clarici di Tp Center Roma.

Ciao Nathalie, mi hai raccontato che tra le tue esperienze di lavoro c’è stata anche un’esperienza in Emilia Romagna, come sei arrivata ad aprire poi un business center a Roma? Un ritorno a casa o cosa? 

In realtà la nostra società si occupa da oltre 20 anni di locazione di uffici di tipo “tradizionale”. Con l’evoluzione delle esigenze, a seguito sia della crisi economica che di una diversa organizzazione dell’attività lavorativa, abbiamo deciso di convertire una parte degli ambienti a nostra disposizione, in uffici arredati a locazione temporanea. 

Quali i problemi che hai dovuto affrontare e quali aiuti hai avuto?
La difficoltà incontrata è stata quella di uscire dalla logica di mera locazione per arrivare ad offrire soluzioni e servizi estremamente flessibili, anche spot, che hanno stravolto il nostro modo di lavorare, ma che allo stesso tempo hanno reso l’attività più varia e dinamica.

Oggi il centro è totalmente operativo? Hai i primi clienti?
Oggi siamo operativi. E’ entrato da poco il nostro primo cliente: un corso di taglio e cucito. Una sorpresa rispetto a quello che pensavamo potesse essere il nostro target di riferimento!

Dov’è il centro e quali sono le sue “misure”? 
Il nostro centro si trova a Roma in zona Laurentina, ad un passo dal Grande Raccordo Anulare e adiacente all’Eur. Ad oggi occupiamo 500 metri quadrati di un moderno edificio adibito interamente ad uso uffici, ma è nostra intenzione attrezzare i 500 metri quadrati adiacenti ed offrire spazi per eventi, corsi di formazione e conferenze. Nella struttura attuale abbiamo scelto di creare stanze di tagli diversi, da 2 a 6 postazioni, disponiamo di 2 sale riunioni e una zona break e quick lunch per coloro che voglio prepararsi qualcosa per pranzo. 

Quali i plus della tua sede? Hai avuto modo di vederne altri? 
Noi pensiamo che il nostro centro sia ben posizionato: la vicinanza del Grande Raccordo Anulare permette di evitare il traffico interno di Roma. La disponibilità di un ampio parcheggio interno è sicuramente un plus non irrilevante in una città come Roma e inoltre, la presenza di un servizio di guardiania 24h/24 dà ai nostri clienti una maggiore flessibilità perché consente di non essere legati agli orari di segreteria per poter accedere agli uffici. 

Come sei arrivata ad Ufficiarredati.it e perché? 
Non è stato difficile scoprire Ufficiarredati.it (ndr Grazie) : nel momento in cui abbiamo creato il nostro sito, valutando il suo posizionamento su Google, Ufficiarredati.it è emerso subito come sito di riferimento. Abbiamo apprezzato molto la sua struttura e la sua logica e così abbiamo ritenuto che potesse essere una prestigiosa vetrina per il nostro Centro. 

Come state promuovendo i vostri servizi? Avete un piano di comunicazione?
Per la comunicazione abbiamo puntato principalmente sul web e sui social network, creando il nostro sito e la nostra pagina facebook. A livello locale abbiamo fatto una attività di volantinaggio mirata nelle zone limitrofe e attraverso studi professionali. Inoltre abbiamo acquistato uno spazio pubblicitario sulla via Laurentina a pochi metri dal nostro Centro. 

Ci sono business center nelle immediate vicinanze della tua sede? Pensi che potrete “calpestarvi i piedi”? 
Ci sono altri business center nel giro di 5, 10 km, ma riteniamo che ognuno abbia delle proprie caratteristiche specifiche che soddisfano le diverse esigenze di un mercato che sembra ancora in crescita. 

Una cosa che vorresti che Ufficiarredati.it facesse per te? 
Sicuramente Ufficiarredati.it rappresenta per noi, che stiamo partendo, un valido appoggio per qualsiasi esigenza, sia di tipo informativo che consulenziale. Quello che ci aspettiamo è sicuramente un valido supporto commerciale.