16 gennaio 2013

Risparmia la.. carta



Possiamo ancora fare a meno degli scaffali, dei raccoglitori, delle buste trasparenti, dei post-it etc..?

Possedete ancora un'agenda dove poter segnare i vostri appuntamenti o i numeri di telefono? Come sono cambiate  le vostre abitudini dopo l'avvento degli smartphone e dei tablet?



Grazie alla diffusione di questi nuovi supporti di comunicazione e di diffusione dell'informazione, l'organizzazione amministrativa di tutti i settori ha subito un'evoluzione. Una buona parte della documentazione cartacea è stata sostituita grazie all'utilizzo di tablet e dei telefoni  che permettono di  scrivere e modificare documenti Word, Excel e Powerpoint, avendoli sempre a portata di mano.

Ed è proprio grazie a questa praticità che, attualmente,  negli enti pubblici si stanno introducendo questi strumenti per eliminare la produzione di cartaceo, scatenando inevitabilmente delle polemiche: il Comune di Carpi infatti è uno dei primi enti della provincia di Modena ad aver optato per la “dematerializzazione” degli atti amministrativi grazie a degli apparecchi Ipad noleggiati.

Questi nuovi strumenti di comunicazione permettono  di evitare la stampa di molti documenti, il che comporta anche un inevitabile risparmio di tempo.

Il tablet rappresenta quindi il futuro del cartaceo? Sembrerebbe di si. Nel 2012 le loro vendite sono raddoppiate rispetto al 2011, passando solo nel primo trimestre da 705 mila esemplari ai 398 mila del 2011.

Come sono cambiate le vostre abitudini invece? Questi nuovi apparecchi sono diventati parte integrante nel vostro lavoro nei business center?

0 commenti: