12 marzo 2013

Deducibilità perdite su crediti

Il DL 83/2012 ha modificato la portata dell’art. 101 richiamato avente ad oggetto “Minusvalenze patrimoniali, sopravvenienze passive e perdite”.
Il comma 5 ci dice che “per portare a svalutazione un credito…gli elementi certi e precisi sussistono in ogni caso quando il credito sia di modesta entita' e sia decorso un periodo di sei mesi dalla scadenza di pagamento del credito stesso. Il credito si considera di modesta entita' quando ammonta ad un importo non superiore a 5.000 euro per le imprese di piu' rilevante dimensione di cui all'articolo 27, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e non superiore a 2.500 euro per le altre imprese. Gli elementi certi e precisi sussistono inoltre quando il diritto alla riscossione del credito e' prescritto.”

Quindi in sintesi, i crediti di modesta entità scaduti da più di sei mesi dalla scadenza di pagamento del credito stesso in sede di chiusura del bilancio possono essere parzialmente o totalmente svalutati e personalmente credo sia utile quantomeno per "pulire" le chede contabili! :)))

A disposizione per ogni chiarimento www.marconiworldoffice.it

1 commenti:

Gianluca Mastroianni ha detto...

Di questo periodo temo che molte schede dovrebbero essere ripulite. Grazie per l'informazione.