27 marzo 2013

Iva al 22%?

Dal 1° luglio 2013 l'aliquota Iva ordinaria passerà dal 21 al 22%, mentre rimarrà inviariata quella del 10%.

L'incremento, però, può essere ancora evitato se entro il 30 giugno saranno entrati in vigore opportuni provvedimenti legislativi in materia fiscale e assistenziale che consentano "il riordino della spesa in materia sociale". Per i soggetti con l'aliquota delle cessioni del 4 o 10%, come appunto i gestori dei bar, l'effetto si tradurrà comunque nell'aumeto dell'Iva a credito, in virtù dei costi con Iva al 22%.

Le imprese nel regime dei minimi, non sono influenzate dall'aumento dell'aliquota in quanto le loro fatture sono senza Iva, vedranno però un aumento dei costi, non potendo detrarre l'imposta sui beni e servizi acquistati.

Cari colleghi vi aggiorneremo se dovremo cambiare l'aliquota applicata alle nostre fatture.

3 commenti:

ermanno ha detto...

Proseguono le buone notizie.....

Time for Business ha detto...

... famo er botto

Gianluca Mastroianni ha detto...

C'è fine a questa situazione?