3 settembre 2013

Perchè gli spazi in coworking si affermeranno sempre più?

Link articolo originale:

Grazie a Milano Business Center per la traduzione.

Visto l'intenso interesse in questi giorni nelle start-up, sempre più giovani imprenditori stanno cercando strutture in coworking per accaparrarsi lo spazio per uffici relativamente a basso costo. Oltre al Wi-Fi, fax, sale conferenze, cucine, aree break, questi uffici commerciali “a noleggio” offrono anche alle nuove aziende l'opportunità di socializzare con altre persone del loro stesso ambiente. L'industria degli spazi in coworking ha visto una crescita negli ultimi anni che può solo continuare

"E' una evoluzione naturale della tecnologia", ha detto Sande Golgart, vice presidente della Regione Occidentale del colosso delle postazioni di lavoro flessibili Regus. "E' una miscela di tecnologia e persone che si fanno sempre più furbe sul come ottenere un
uso efficiente al di fuori del loro spazio. Al giorno d'oggi le persone non hanno necessariamente bisogno per tutto il tempo di un telefono fisso collegato ad una scrivania che devono raggiungere e dove devono restare seduti ogni giorno." Al giorno d'oggi un impiegato può essere mobile e un imprenditore in movimento starebbe semplicemente sprecando soldi se pagasse per un ufficio a tempo pieno, ha spiegato Golgart. 

Anche l'aspetto sociale del coworking è importante. "Alcuni perfino preferiscono lavorare in mezzo alla gente", dice Golgart. "Lo trovano d’ispirazione, lo trovano più conveniente e scoprono che sono in grado di essere molto produttivi in questo ambiente grazie alla tecnologia.

"Regus, che ha generato circa 610 milioni di dollari di ricavo dalla sua attività negli USA nel 2012, è cresciuto di circa il 30%. Fino ad ora, l'azienda ha istituito più di 40 nuove sedi negli Stati Uniti, aumentando il conteggio degli uffici a circa 600. La crescita negli Stati Uniti è stata più forte nelle zone di San Francisco, Los Angeles e New York. L'azienda prevede inoltre di espandersi ulteriormente per accogliere i lavoratori che vogliono operare più vicino alle loro case, in zone come il Maryland, il New Jersey e la periferia di Chicago. Sulla scena mondiale, Regus prevede di crescere fino a 2.000 spazi per uffici in tutto il mondo a partire dal suo attuale numero di circa 1.500. 

"Da un punto di vista economico basilare, la richiesta maggiore di uffici è data dal piccolo cliente o dal piccolo gruppo", ha spiegato Golgart. "C’è molta più richiesta per soluzioni di piccoli uffici che non da parte di grandi gruppi in cerca di un intero edificio o di un intero piano." Dato che le grandi aziende si ridimensionano e gli imprenditori diventano sempre più audaci, sarà quella la tendenza che prenderà piede, ha aggiunto.

Il mondo degli imprenditori e delle piccole imprese è in crescita esponenziale e, francamente, stiamo solo cercando di tenere il passo con questa crescente domanda ", ha detto Golgart. In sella alla stessa tendenza, ma in un modo leggermente diverso è Gangplank, uno spazio di lavoro in coworking e collaborativo a basso costo operante in Virginia, Ontario, Canada e con varie sedi in Arizona. "Ci piace dire che Gangplank è un'infrastruttura per le persone creative per definire la nuova economia," dice il co-fondatore Derek Neighbors. Agendo come uno spazio in coworking e un’informale incubatrice biologica, Gangplank vede se stessa, in parte, come un centro sociale. 

Le sedi sono finanziate pubblicamente (attraverso la filantropia o partnership comunali) e offrono programmi su salute, studi artistici e corsi tenuti da educatori delle istituzioni locali. I lavoratori della Gangplank non pagano con i soldi, piuttosto utilizzano un modello “pagalo in seguito” che chiede agli utenti di tenere corsi o seminari, guidare gli altri o dare assistenza per i contratti sociali stipulati con il comune locale. Per dirla semplicemente, Gangplank non accetta soldi, solo il tempo e il talento. 

"Crediamo che l'economia del 21 ° secolo sarà in gran parte alimentata da capitali diversi dal capitale monetario", spiega Neighbors "Ossia il capitale di influenza o il capitale sociale, il capitale umano -crediamo che questi capitali diventeranno molto più potenti dal momento che stiamo migrando da un’economia industriale ad un'economia basata sulla conoscenza umana."

La prima sede della Gangplank ha aperto nel 2008 e l'organizzazione gestisce oggi cinque strutture. Neighbors ha detto che la tendenza al coworking è molto reale. C’è un numero crescente di lavoratori indipendenti – che lavorano duramente da casa o da remoto - che vede gli spazi in coworking come un'opportunità per evitare di lavorare da soli. Inoltre, i giovani imprenditori con nuove aziende che richiedono un’area uffici molto piccola iniziano la loro attività in queste strutture per risparmiare denaro e incontrare persone con cui collaborare. 

Gangplank riceve fino a cinque chiamate a settimana da persone che vogliono avviare una nuova sede di spazi in coworking sotto l’insegna dell'organizzazione. "Attualmente stiamo ricevendo un sacco di interesse da parte sia del nord che del sud della California così come dalla Florida", ha detto Neighbors. Gangplank deve ancora decidere esattamente dove germoglierà la sua nuova sede. "Penso che questo movimento stia insegnando molto non solo ai singoli liberi professionisti, ma sta insegnando molto all’America delle grandi aziende su come le persone interagiscono, ciò che le rende efficaci nel creare e che sta realmente definendo il futuro di come le aziende interagiscono tra di loro su un livello più profondo, "dice Neighbors.

1 commenti:

Gianluca Mastroianni ha detto...

Ringrazio come sempre Giulia Zingaro di Milano Business Center per la sua disponibilità http://ufficiarredati.it/1024/milano-business-center/