3 febbraio 2014

Costi ed ecosostenibilità gli elementi per la scelta dell'ufficio

Interessante l'articolo pubblicato su Casa24 del Sole 24 Ore dal titolo:
Costi ed ecosostenibilità sono i driver della domanda di uffici.

La ricerca di Jones Lang LaSalle evidenzia per l'Italia come si scelga un ufficio guardando ai costi, a spazi ecosostenibili, ma udite udite "A cambiare il modello di ufficio classico è anche una maggiore predilezione per l'open space e il desk sharing. Le moderne tecnologie permettono, infatti, di sfruttare in modo diverso e più intelligente gli spazi di lavoro...." che il riferimento non sia al prodotto ufficio dei business center?

Sempre nell'articolo si fa riferimento alla soluzione così detta di smart office: meno scrivania fissa e personale e sempre più spazi di lavoro condivisi, salette riunione piccole e dinamiche dove studiare, fare meeting e lavorare con il proprio tablet.

Ma attenzione, "la ricerca evidenzia che che senza nuovi sviluppi, a breve, forse in concomitanza con la reale ripresa economica, il mercato degli uffici di Milano rimarrà senza adeguata offerta di prodotto di qualità. Ma al tempo stesso si vedrà aumentare il tasso di vacancy degli immobili di qualità inferiore, con una conseguente pressione al ribasso sui canoni"

Quindi quindi cari colleghi puntiamo su business center innovati, di qualità e con servizio elevato.
Avremmo piena occupazione e prezzi in salita. La bassa qualità dell'offerta di uffici porterà a politiche di taglio prezzi per combattere gli uffici vuoti.

0 commenti: