5 agosto 2014

“La Linea” in esposizione a Carpi.
















La rassegna umoristica carpigiana “L'Umorismo ai tuoi piedi”  darà il via ad un ciclo particolare  di esposizioni nei prossimi mesi: le mostre a venire infatti, saranno degli omaggi a 4 celebri umoristi italiani scomparsi, Osvaldo Cavandoli (Cava), Pietro Ardito, Giorgio Cavallo e Marco Biassoni, artisti che hanno fatto la storia della grafica umoristica italiana.
Tutto questo é stato reso possibile grazie all'umorista Dino Aloi, che ha gentilmente concesso le opere e le biografie provenienti dalle “Edizioni il Pennino”.
 
Durante il mese di agosto “L'Umorismo ai tuoi piedi “ avrà l'onore di ospitare la personale di Osvaldo Cavandoli, per molti conosciuto come il creatore del cartone animato “La Linea”.
Simbolo mondiale nel campo del fumetto,  “La Linea”, l' omino che proseguendo incessantamente su una linea incontra innumerevoli peripezie, ha segnato l'infanzia di molti ed é diventato simbolo del boom economico italiano dell'epoca.
Un genio della grafica italiana che ha continuato negli anni '80 la sua brillante carriera realizzando anche cortometraggi per  il cinema nazionale e internazionale: curerà infatti con Altan, la serie 'La Pimpa' e il suo celebre fumetto apparirà nelle pubblicità di molti altri paesi tra cui Francia, Germania, Austria, Svizzera, Israele, Svezia, Turchia, Polonia, Danimarca, Sudafrica etc..
Una mostra da non perdere quella di Osvaldo Cavandoli,  visitabile presso gli ambienti di O&A Centro Affari dal 1° al 31 Agosto.
In esposizione nei prossimi mesi: Ugo Sajni, Manlio Truscia, Pietro Ardito, Giorgio Cavallo, Marco Biassoni ed altri ancora.
 
"L'Umorismo ai tuoi piedi" è una rassegna umoristica con ingresso libero, nata nel 2007 da un'idea di Oscar Sacchi: realizzata con la collaborazione dei "Locali del Sorriso", ha luogo presso gli spazi di O&A Centro Affari, viale L.Ariosto 14/B a Carpi (MO).
La mostra segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 8.30/12.30 - 14.30/18.30.
Per informazioni: 059.687750
Angela Malagoli e Oscar Sacchi

0 commenti: