5 febbraio 2014

Settantacinquesima tappa per 'L'Umorismo ai tuoi piedi'

Grazie alla sua intensa attività artistica, Franco Oneta ha iniziato a riscuotere un grande successo già nei primi anni '60 in Francia, disegnando per le edizioni Lug il personaggio di Zembla. Creerà inoltre altri personaggi come Bozart, Rataplan, Wingo Scout, Fargo Jim, Galaor e tanti altri. In Italia inoltre,  le sue vignette hanno segnato la storia della rivista 'La settimana enigmistica', collaborando assiduamente anche con le Edizioni San Paolo.
Una biografia ricca e tutta da leggere che potrete trovare nella rubrica dedicata alla rassegna “L'Umorismo ai tuoi piedi” nel nostro sito internet
www.oeacentroaffari.it .
La personale di Franco Oneta sarà esposta dal 1° al 28 Febbraio presso O&A Centro Affari.
(In anteprima una vignetta della persona esposta)
 
In esposizione nei prossimi mesi: Ugo Sajni, Manlio Truscia, Gianni Carino, Mariano Congiu, Sergio Cavallerin,Andrea Foches, Maurizio Minoggio ed altri ancora.
"L'Umorismo ai tuoi piedi" è una rassegna umoristica con ingresso libero, nata nel 2007 da un'idea di Oscar Sacchi: realizzata con la collaborazione dei "Locali del Sorriso", ha luogo presso gli spazi di O&A Centro Affari, viale L.Ariosto 14/B a Carpi (MO).
La mostra segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 8.30/12.30 - 14.30/18.30.
Per informazioni: 059.687750
Angela Malagoli e Oscar Sacchi
info@oeacentroaffari.it www.oeacentroaffari.it www.ufficiarredati.info

 

4 febbraio 2014

Smart Work ora c'è una proposta di legge

Cos'è lo smart work?
Un nuovo modo di lavorare flessibile che dovrebbe consentire al lavoratore di coniugare vita privata e lavoro. In Italia se ne parla da molto tempo, gli ultimi dati dicono che soltanto il 6% dei dipendenti lavora a distanza per almeno un quarto della giornata di lavoro, in Danimarca questa percentuale è al 14%.
I lavoratori inoltre che possono gestire in modo flessibile il proprio tempo sono soltanto il 31%, in Germania siamo al 52%.

A fine Gennaio una proposta di legge presentata vuole spingere lo smart work e cercare di rimuovere gli ostacoli che impediscono la sua diffusionene, nel frattempo giovedì 6 febbraio ci sarà la giornata del lavoro agile, promossa dall'Assessorato alla Qualità della vita, Benessere e Tempo libero del Comune di Milano che vede già 80 aziende aderire tra cui Abb, Ibm Allianz. Diecimila milanesi non timbreranno il cartellino ma lavoreranno delocalizzati. Attendiamo i risultati di questa sperimentazione.

3 febbraio 2014

Costi ed ecosostenibilità gli elementi per la scelta dell'ufficio

Interessante l'articolo pubblicato su Casa24 del Sole 24 Ore dal titolo:
Costi ed ecosostenibilità sono i driver della domanda di uffici.

La ricerca di Jones Lang LaSalle evidenzia per l'Italia come si scelga un ufficio guardando ai costi, a spazi ecosostenibili, ma udite udite "A cambiare il modello di ufficio classico è anche una maggiore predilezione per l'open space e il desk sharing. Le moderne tecnologie permettono, infatti, di sfruttare in modo diverso e più intelligente gli spazi di lavoro...." che il riferimento non sia al prodotto ufficio dei business center?

Sempre nell'articolo si fa riferimento alla soluzione così detta di smart office: meno scrivania fissa e personale e sempre più spazi di lavoro condivisi, salette riunione piccole e dinamiche dove studiare, fare meeting e lavorare con il proprio tablet.

Ma attenzione, "la ricerca evidenzia che che senza nuovi sviluppi, a breve, forse in concomitanza con la reale ripresa economica, il mercato degli uffici di Milano rimarrà senza adeguata offerta di prodotto di qualità. Ma al tempo stesso si vedrà aumentare il tasso di vacancy degli immobili di qualità inferiore, con una conseguente pressione al ribasso sui canoni"

Quindi quindi cari colleghi puntiamo su business center innovati, di qualità e con servizio elevato.
Avremmo piena occupazione e prezzi in salita. La bassa qualità dell'offerta di uffici porterà a politiche di taglio prezzi per combattere gli uffici vuoti.