13 giugno 2014

App e siti mobile alcuni consigli

Dopo aver pubblicato le presentazioni di Cinzia Cresti (coworking per business center), Sergio Carpentieri (smontaggio mentale di un business center) oggi pubblico sia la presentazione di Milo Patruno con alcuni utili consigli che Milo ha voluto rendere noti anche a chi a Napoli non era presente.
Milo Patruno oltre ad essere "un tecnico" del web è anche un collega, essendo socio nel Temporary Office di Parma, 2.000 metri quadrati divisi in uffici, sale e spazi co-working.

Ha incentrato il suo intervento altamente tecnico, ma molto chiaro sulle opportunità offerte dai siti mobile e le differenze con i siti responsive, ha evidenziato come un sito mobile possa tranquillamente essere una vetrina per cliente del centro uffici con una pagina di presentazione.

Milo ha inoltre illustrato possibili App per business center, come Qr Code sulle targhette delle porte che possono fornire maggiori info ai visitatori del business center e visibilità al cliente ufficio.
Riporto sotto utili suggerimenti che Milo ha riservato per noi gestori di Business Center.

6 consigli per creare nuove opportunità per i Business Center sfruttando le App e i Siti Mobile.

Sai che nel 2013 in Italia ci sono più di 30 milioni di utenti che usano un dispositivo mobile (smartphone o tablet)? E nel 2014? Arriveremo a 45 milioni di smartphone e 12 milioni di tablet!

Come possiamo sfruttare questo enorme potenziale?
1. Sito web mobile e app per iOS e Android sviluppati ad hoc per gli smartphone, il cui mercato si stima continuerà una crescita a 2 cifre anche nei prossimi anni. I siti mobile e le app necessitano di approcci e contenuti diversi rispetto ad un sito desktop perché sfruttano le caratteristiche degli smartphone quali schermo piccolo, utilizzo in movimento, geolocalizzazione, local search,ecc. Ad esempio, in un sito mobile e nelle app, i pulsanti “Chiama” e “Dove siamo” devono essere cliccabili e ben visibili in Home, mentre nei siti per pc sono generalmente più nascosti perché inseriti nella sottopagina “contatti” e non sempre hanno funzioni compatibili con gli schermi “touchscreen” di smartphone e tablet.

 2. Sfruttare le opportunità che offrono i social network.
Facebook è il riferimento per il potenziale numero di persone raggiungibili. Ha bisogno di campagne mirate e fatte ad hoc per arrivare al proprio pubblico.
LinkedIn è interessante per raggiungere il target business: le attività pubblicitarie sono molto più onerose e il coinvolgimento degli utenti è generalmente inferiore.  
Twitter è utile, a patto di scrivere molti tweet e di condividere informazioni ogni giorno.
Non tralasciare Google+ che, seppur meno usato in Italia rispetto a Facebook, è fondamentale per i posizionamenti Google e per la local search.

 3. Aumentare l’autorship e le condivisioni ai propri siti web, alle app e alle proprie pagine interagendo ed offrendo servizi ai propri clienti: storytelling, condivisioni, interviste, ecc. da presentare nel proprio blog, nel sito istituzionale, nel sito mobile, nelle app e nelle pagine sui social network. Grazie ai commenti, alle promozioni e alle condivisioni diventa possibile far crescere la propria notorietà e la possibilità di attrarre nuovi clienti.

 4. Sfruttare la pubblicità a pagamento su Facebook filtrando la ricerca per location, età e dispositivo usato (smartphone), indirizzando i nuovi potenziali clienti sulla home del sito mobile. Il sito mobile è più diretto del sito istituzionale per cui diventa più facile ottenere “conversioni d’impulso” da parte dell’utilizzatore in mobilità che con un solo click può immediatamente vedere il Business Center e chiamare.

5. Fare re-marketing con le app sfruttando le enormi potenzialità delle notifiche push. Dall’offerta a tempo limitato, ai check-in, alla campagna fedeltà geolocalizzata per ottenere premi o sconti, ecc. ci sono molte opportunità per fidelizzare i propri clienti e aumentare il fatturato.

 6. Monetizzare e guadagnare con il sito mobile e l’app grazie alle condivisioni e alle campagne pubblicitarie su siti, app e social network da offrire ai clienti del Business Center che saranno ben contenti di pagare una piccola cifra per ottenere maggiore visibilità.

Gli smartphone sono sempre più utilizzati nelle ricerche. 9 ricerche su 10 sono per trovare attività locali (ad esempio Business Center). Metà delle persone si sono messe in contatto con le attività locali e 3 su 5 hanno visitato la location.

I siti per smartphone devono avere contenuti e layout diversi dai siti per pc desktop (anche se responsivi) perché sono utilizzati in contesti differenti e hanno potenzialità complementari. L’utente ha generalmente poca pazienza: ci concede pochi decimi di secondo d’attenzione… per non perderlo noi dobbiamo conquistarlo immediatamente dandogli ciò che cerca in qualunque contesto si trovi. Nella presentazione troverete tutti i numeri che decretano lo sviluppo e l’enorme potenziale di questo mercato in forte ascesa. Ormai le grandi società nel settore già usano versioni ad hoc per il sito mobile e per le app.

Per visualizzare quanto fatto nel Business Center di Parma, potete visitare da smartphone il sito m.bcparma.it 

SCARICA LE DIAPOSITIVE DELLA PRESENTAZIONE DI UFFICI ARREDATI A NAPOLI:


11 giugno 2014

Smontaggio mentale di un Business Center

In  questo post potete consultare la presentazione che il collega Sergio Carpentieri del gruppo Executive Service ha illustrato a tutti noi a Napoli nel corso del Workshop di Ufficiarredati (a lato alcune foto tratte dall'intervento di Sergio).

Come molti di voi sanno, Executive Service ha inaugurato in Italia, a Milano nel 1972 il primo business center per poi aprirne altri nel corso degli. Solo due anni fa, Executive ha dato un segnale della capacità di innovare aprendo a Roma in via Nizza il primo negozio su strada dedicato a traduzioni e domiciliazioni.


L'intervento di Sergio è stato molto interessante ed ha coinvolto i colleghi presenti, perchè non solo ci ha raccontato come era e funzionava un business center negli anni 70 (telescriventi, personale di dattilografia) ma anche come occorra innovarsi per restare al passo con i tempi e rispondere sempre e meglio alla domanda di mercato. 

Da pochi mesi nella sede Executive di Milano, di via Vincenzo Monti hanno inaugurato una ampia area lounge, con tv a schermo piatto, comode ed eleganti poltrone, corner bar a disposizione dei clienti per socializzare e "uscire" dall'isolamento del proprio ufficio. Ecco la presentazione è una finestra sul futuro, su come il business center debba allonarsi dal concetto di immobiliare, di metri quadrati, e spingere sempre più i servizi.



9 giugno 2014

Settantanovesima tappa per 'L'Umorismo ai tuoi piedi'

Dotato di un umorismo tagliente, Maurizio Minoggio è un grafico professionista pluripremiato che vive e lavora a Milano. 
Fra le sue numerose collaborazioni, citiamo quelle con le riviste “Cuore”, “Linus”, “Smemoranda” e “il Diavolo”. 
Diplomato all'Istituto Europeo di Design, ha iniziato a pubblicare le sue vignette nel 1987, iniziando cosi una lunga carriera di successo.
La personale di Maurizio Minoggio  sarà ospitata presso gli ambienti di O&A Centro Affari  dal  1° al 30 Giugno. (In anteprima una vignetta della personale esposta)

In esposizione nei prossimi mesi: Andrea Foches, "I grandi autori scomparsi (Osvaldo Cavandoli, Pietro Ardito, Giorgio Cavallo, Marco Biassoni)", Ugo Sajni, Manlio Truscia ed altri ancora. 

"L'Umorismo ai tuoi piedi" è una rassegna umoristica con ingresso libero, nata nel 2007 da un'idea di Oscar Sacchi: realizzata con la collaborazione dei "Locali del Sorriso", ha luogo presso gli spazi di O&A Centro Affari, viale L.Ariosto 14/B a Carpi (MO). 

La mostra segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 8.30/12.30 - 14.30/18.30. 

Per informazioni: 059.687750 

Angela Malagoli e Oscar Sacchi