24 aprile 2015

Cookies, privacy possibili sanzioni in arrivo. Webinar con il Ceo di iubenda

Dotare un sito web o un'app di privacy policy è obbligatorio per legge

Per fare chiarezza sui requisiti legali da rispettare online e su come mettersi in regola, il 6 maggio alle ore 11.00 si terrà un webinar che avrà come ospite Andrea Giannangelo, Ceo e Fondatore di iubenda. iubenda offre ad oltre 6000 clienti in tutto il mondo soluzioni software per il rispetto degli obblighi di legge legati alla presenza online e mobile, ad esempio per generare e tenere aggiornata la privacy policy. 

Il team di iubenda fornisce anche supporto personalizzato nella redazione di privacy policy e termini di servizio. Negli ultimi mesi, iubenda ha inoltre collaborato con le associazioni di categoria (iab, Fedoweb, UPA, Netcomm) ed il Garante Privacy nel processo di definizione degli standard di applicazione della nuova normativa sui cookie, elaborando una soluzione ad hoc per adeguarsi alle nuove disposizioni in poco tempo e senza investimenti onerosi. 

L'iscrizione al webinar è gratuita, chiuderà il 5 Maggio ecco il link per iscriversi. L'evento non è riservato soltanto ai business center, ma a professionisti ed imprese il numero dei partecipanti è limitato a 100.

23 aprile 2015

Regus, flessibilità e web app come cambia il modo di lavorare

Riceviamo dalla sede Regus di Padova, dal collega Gianluca Pollesel e pubblichiamo

Secondo un’indagine Regus, il 90% dei manager e professionisti italiani utilizza strumenti tecnologici per la gestione del lavoro da remoto, per esempio per la condivisione di file e di documenti. Oltre il 95% usa la messaggistica istantanea per comunicazioni di carattere professionale

L’organizzazione e la gestione del lavoro stanno cambiando rapidamente: il continuo sviluppo e la diffusione di nuovi strumenti tecnologici consentono di poter lavorare ed essere connessi e operativi anche lontano dall’ufficio tradizionale, permettendo di essere sempre più veloci e reattivi nella gestione dei rapporti con clienti, fornitori e colleghi.

Secondo un’indagine di Regus, il principale fornitore di spazi di lavoro flessibili, condotta su un campione di oltre 44.000 manager e professionisti in 100 paesi, il 90% degli intervistati italiani dichiara di utilizzare strumenti tecnologici per la condivisione di file e di documenti (poco più della media mondiale, attestata sull’86%). L’applicativo più usato è Dropobox con il 64% (media mondiale 56%), seguito da Google Drive (48,2% Italia e 43% nel mondo) e da WeTransfer che in Italia registra un 35,3% contro una media globale solo del 18%. Significativo anche l’utilizzo di Google Hangouts, con il 21,4% in Italia (19% nel mondo) e di Microsoft Remote Desktop (14,9% Italia e 14% nel mondo).

Un'altra esigenza per chi si trova fuori ufficio è la possibilità di poter comunicare rapidamente con messaggi ed email: gli strumenti di instant messaging e VoIP stanno rivoluzionando i tempi e le modalità di lavoro, consentendo di rimanere sempre collegati e immediatamente reattivi facilitando così pratiche di lavoro agile (smart working). Secondi i dati rilevati dalla ricerca Regus, il 95% dei manager e professionisti intervistati in Italia ha utilizzato almeno uno strumento di messaggistica istantanea nell’ultimo mese.



Whatsapp viene utilizzato in Italia da circa l’85% dei rispondenti (54% media mondiale), mentre Skype è la soluzione di VoIP più utilizzata nel mondo, con il 60%, mentre in Italia la percentuale dei manager e professionisti che la utilizzano sale addirittura al 73,5%. Gli utilizzatori italiani di Facebook Messenger sono invece in linea con la media mondiale del 48%. Significativo anche l’utilizzo degli applicativi Viber (18,4% Italia e 13% nel mondo) e WeChat (4,40% Italia e 10% media globale).

Mauro Mordini, Country Manager Regus in Italia ha commentato “Sono sempre di più le aziende che adottano metodologie di lavoro flessibile e da remoto, almeno occasionalmente; gli strumenti tecnologici e le connessioni stanno aiutando a superare alcuni degli ostacoli tradizionalmente associati con il lavoro al di fuori dell'ufficio, consentendo l’accesso e la condivisione di file e la possibilità di comunicare facilmente. I vantaggi sono notevoli: risparmio di tempo speso in viaggi e incremento della produttività”.

22 aprile 2015

Note e avvisi nelle email pubblicitarie

Dopo aver visto in precedenti post, le note di riservatezza o confidential notice in lingua inglese e spagnola oggi pubblichiamo le note che devono essere esposte quando viene inviato un messaggio pubblicitario ad esempio con l'utilizzo di software per l'email marketing.

Esempio uno:
Il contenuto di questo messaggio è rivolto unicamente alle persone cui è indirizzato e può contenere informazioni la cui riservatezza è tutelata legalmente. Ne sono vietati la riproduzione, la diffusione e l'uso in mancanza di autorizzazione del destinatario. Se l'avete ricevuto per errore vogliate eliminare il messaggio in modo permanente e darcene cortesemente notizia. Analizzate sempre gli allegati con software antivirus prima di aprirli. In caso di necessità preghiamo contattare: ....@.......it. Gli indirizzi e· mail presenti nel nostro archivio provengono da richieste di iscrizioni o da altri elenchi di pubblico dominio e/o pubblicati in Internet. Il trattamento dei dati è effettuato da ........ Srl al fine di informarla sulle proprie iniziative commerciali. I suoi dati personali vengono trattati nel rispeno di quanto stabilito dal Dlegislativo n. 196/03 e in qualsiasi momento potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamento ecc.) inviando comunicazione scritta a .......@.........it.

Esempio due:
......@......it hai ricevuto questa e-mail perchè sei cliente o fornitore di ........S.r.l. e hai fornito l'autorizzazione a ricevere comunicazioni. I dati presenti nel nostro database provengono anche da registrazioni effettuate presso il nostro sito web www.........it Se hai ricevuto questa e-mail per errore o desideri non ricevere ulteriori comunicazioni utilizza il link presente in fondo alla pagina ma ti segnaliamo che non sarà più possibile inviarti comunicazioni relative all'attività di gestione dei tuoi contratti. Per ogni informazione puoi contattare la signora ..... al numero +39...... Il responsabile del trattamento dei dati è il dott. ......., domiciliato per lo svolgimento dell'incarico presso la sede di ...... S.r.l. in ......, via ...... - P.I. e C.F. .... che è la società di servizi del nostro gruppo. Le informazioni contenute nella presente comunicazione e i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente al soggetto destinatario. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art. 616 c.p., che ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003. per eliminarsi dalla nostra newsletter cliccare il seguente link: cancellami (qui dovrà essere predisposto link per cancellazione automatica)

20 aprile 2015

Nasce Studilegali.com, cerca l’avvocato online per la tua società!

www.studilegali.com
StudiLegali.com è un nuovo portale di diritto che cerca di soddisfare le esigenze dei clienti più esigenti, abituati a tenersi costantemente aggiornati sul web, che desiderano entrare in contatto con veri professionisti, di qualsiasi branca della giurisprudenza italiana ed operanti in qualsiasi città, come “esperti in diritto societario a Roma” per esempio. 

Si possono trovare informazioni utili in tempo reale su fallimenti, fideiussioni, formazione oppure gestione o anche scioglimento di strutture societarie, governance, controllo e responsabilità aziendale, rapporti patrimoniali, scioglimento, liquidazione, operazioni societarie straordinarie, gestione della crisi di impresa. Il diritto societario è una branca del diritto commerciale e si esplica nello studio dei rapporti tra soci e dipendenti di un’azienda e nella sua forma giuridica. Sul portale StudiLegali.com si possono trovare professionisti in tutta Italia, specializzati in diritto societario, con il dettaglio delle prestazioni e gli onorari, oltre a preziosi consigli gratuiti forniti dagli stessi avvocati che rispondono alle email degli utenti, oltre agli approfondimenti rintracciabili su ogni singolo argomento della macroarea di competenza nell’ambito dei diversi codici giurisprudenziali italiani e stranieri. 

Si può fissare un primo appuntamento con lo specialista prescelto quando lo si desidera, in base alla disponibilità del giurista, ricordandosi che le tariffe degli onorari sono stabiliti in base ad una precisa legislazione. Il diritto societario non è mai stato così facile da consultare da quando esiste il portale StudiLegali.com, con professionisti a 360° sempre a disposizione, anche grazie alle nuove tecnologie della comunicazione, che favoriscono la comunicazione istantanea tramite istant messaging, social network, email, chat. Si può provare una prima consulenza, con la definizione di un preventivo, per poi decidere se accettarlo o meno; di sicuro non si può discutere sulla qualità e la disponibilità dei dottori in legge proposti dal portale. 

E’ importante comunque che l’avvocato mantenga degli standard di massima riconosciuti dalla legislazione in generale per i professionisti del settore, come quello riguardante il rispetto del segreto professionale. StudiLegali.com verifica ogni professionista che sponsorizza in base a tutte queste caratteristiche proprio per fornire un servizio credibile e di qualità ai propri clienti cui fa da intermediario per la buona riuscita nella ricerca di un consulente legale che li rappresenti.