22 febbraio 2016

Niente notaio per le stat-up innovative

Importante provvedimento del ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi che ha firmato giovedì 18 febbraio 2016 il decreto che introduce la possibilità di costituire una startup innovativa (articolo 25 del decreto-legge 179/2012 e successive modificazioni) mediante un modello standard tipizzato con firma digitale senza il ricorso al notaio. Rimane invariata la possibilità di costituire la società per atto pubblico e quindi avvalersi di un notaio.

Cosa cambierà? Chiunque desideri avviare un’impresa votata all’innovazione, potrà farlo senza andare dal notaio.
Come si potrà procedere? Gli atti potranno essere redatti direttamente dai soci della startup oppure avvalendosi dell’ufficio del Registro delle imprese che autenticherà le sottoscrizioni e procederà in tempo reale all’iscrizione, permettendo la nascita della società contestualmente all’apposizione dell’ultima firma”. Il decreto direttoriale che deve approvare il modello informatico e la modulistica per la trasmissione e l’iscrizione al Registro delle imprese compilabile online non è però ancora pronto.

Cosa cambia per i business center che erogano servizi di domiciliazione? In pratica occorre essere informati di questa nuova opportunità che aggiungo è limitata alle Srl e non Srls. Anche i documenti che potranno inviarci i clienti, che avranno costituito la srl innovativa saranno diversi, al momento non esiste alcun modello da anticiparvi per prendere visione.

Ne parleremo certamente comunque nel prossimo webinar dedicato alle domiciliazioni.

1 commenti:

Fulvia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.