7 aprile 2016

Si promuove la domiciliazione ma si crea confusione

La scorsa settimana mi sono imbattuto in un articolo, un redazionale pubblicato su un sito web di una certa rilevanza.
Il titolo dell'articolo è: Perché la domiciliazione in un luogo prestigioso è un importante biglietto da visita per un avvocato.
L'articolo redatto per un nuovo business center da sempre attivo nei servizi segretariali è finalizzato a promuovere i servizi di domiciliazione, puntando sull'immagine che un indirizzo civico di prestigio, in una città importante può dare ai propri clienti. Fin qui tutto vero, lo diciamo da sempre anche noi. L'articolo come si capisce dal titolo è destinato ad un target ben preciso: i legali.

Sappiamo bene la difficoltà di utilizzare nel nostro settore nomi che ben identificano i nostri servizi. Non esiste un termine unico per l'ufficio noleggiato ad ore - day office, ufficio temporaneo, ufficio transito, temporary office - qualcuno nel richiedere un preventivo lo chiama addirittura ufficio virtuale. Lo stesso ufficio virtuale non ha un'univoca definizione, per alcuni è l'ufficio ad ore, per altri una linea telefonica presidiata dalla reception del business center, per altri un servizio di recapito postale con presidio linea telefonica.

Chiara quindi la difficoltà di proporre e promuovere i servizi con un'eterogeneità di termini, tanto più difficile quanto noi gestori usiamo termini diversi. La situazione però si complica quando e veniamo all'articolo di cui sopra, si cerca di promuovere i nostri servizi condendo l'articolo per lo meno di inesattezze.
Estraggo un primo passaggio, si parla delle domiciliazioni e si dice:

.... messi a disposizione da strutture organizzate come i Centri Uffici e i Business Center. I vantaggi offerti da questa tipologia di servizi alla professione dell’avvocato sono molteplici. Innanzitutto, i Business Center hanno solitamente sede in posizioni strategiche e rinomate di 2) grandi città come Milano e Roma...

Gli errori sono due, il primo di considerare Centri Uffici e Business Center come due attività diverse tra loro. Parliamo dello stesso ambiente di lavoro e di conseguenza degli stessi servizi quindi assolutamente dei sinonimi. Il secondo errore di considerare i Business Center limitati alle grandi città, lo sappiamo bene noi che seguiamo la mappatura dei Business Center italiani.  Se è vero che Roma e Milano ovviamente sono le aree metropolitane con il maggior numero di Business Center, sappiamo anche che ce ne sono in 19 Regioni su 20 in Italia.

L'articolo prosegue ed estraggo un altro passaggio:
I Business Center più rinomati mettono inoltre a disposizione del professionista anche degli uffici temporanei e delle sale riunioni..

Direi che tutti i Business Center, non solo quelli rinomati - sarebbe da capire quale criterio o quali criteri consentono di qualificare un business center come rinomato  e quali non - forniscono uffici temporanei per noleggi anche orari e direi tutti hanno almeno una piccola sala riunione per colloqui ed incontri di lavoro.


Nel passaggio che segue invece si palesa la possibilità di una doppia iscrizione per l'avvocato che voglia lavorare in più città:
Poniamo l’esempio di un avvocato laureato in giurisprudenza all’Università degli Studi di Padova, residente a Padova e iscritto all’albo degli avvocati di Padova. Per una serie di specializzazioni post-laurea ed esigenze di crescita professionale nell’ambito del diritto d’azienda e del diritto fallimentare, si trova ad assistere molti imprenditori nell’area di Milano. Sarebbe per lui congeniale essere anche iscritto all’ordine degli avvocati di Milano 

Ma questo non è assolutamente possibile. L'avvocato può essere iscritto in un solo albo del circondario del tribunale ove ha il domicilio professionale, di regola coincidente con il luogo in cui svolge la professione in modo prevalente, quindi assolutamente una sola iscrizione e quindi dire essere anche iscritto è una grave inesattezza.

L'ultima inesattezza, che non aiuta i nostri clienti a capire cosa è un domicilio professionale e come si possa conformare questo servizio è questa:
Grazie a un semplice servizio di domiciliazione postale a Milano, l’avvocato potrà iscriversi all’albo degli avvocati di Milano anche non possedendovi una sede fisica, usufruendo anche di un notevole vantaggio di immagine e diventando professionalmente più competitivo.

Dalla lettura dell'articolo, sembrerebbe sufficiente per un avvocato,  ma la stessa cosa vale per un ingegnere, un commercialista, sottoscrivere un servizio di recapito postale per creare un domicilio professionale. Questa cosa non è invece possibile con un semplice recapito postale, ma richiede uno spazio di lavoro fisico organizzato in modo continuativo. Non mi addentro nella tematica, non è comunque e questo è certo erogare un domicilio con un semplice recapito postale, non è quindi corretto pubblicizzarlo.


4 commenti:

ermanno ha detto...

Sarebbe il caso di dire al giornalista che ha redatto l'articolo che se non sopporta l'alcool è meglio che non beva prima di mettersi alla "macchina da scrivere" :)

Cinzia Cresti - Very Office ha detto...

Grande Ermanno!!!!

Gianluca Mastroianni ha detto...

Con la logica di cerco di vendere a tutti i costi si raccontano cose assolutamente non vere che rischiano di danneggiare anche i clienti che sottoscrivono i contratti con questi colleghi e ledere i colleghi che lavorano bene.

Simone Valer - Aries&Partners ha detto...

Purtroppo la maggior parte dei giornalisti non fa più il proprio lavoro... l'informazione è spesso incompleta o addirittura scorretta come in questo caso