30 marzo 2017

Google sceglie i-Work-in-Rome

Google sceglie i-Work in Rome per la tappa italiana del suo YouTube Creators Event

 

Chi non ha mai usato Google per fare una ricerca sul web?
Possiamo tranquillamente affermare che tutti noi siamo quotidianamente, in un modo o nell’altro, clienti di Google.

Ma quando è Google a diventare un tuo cliente, quando è il sito web più visitato al mondo a chiederti di ospitare i suoi eventi YouTube nella tua location è tutta un’altra storia.
Una storia che merita di essere raccontata!

È quanto successo ad i-Work in Rome, il Business Center del centro storico di Roma che ha ospitato lo scorso 23 marzo due eventi del tour di Google dedicato ai Creators di YouTube.



Emanuela Perozzi, responsabile della struttura di Piazza di Campitelli, ci racconta come è nato il contatto e come si è svolta l’organizzazione vera e propria dell’evento.

“Siamo stati contattati da uno dei coordinatori di Google Londra che era alla ricerca di una location a Roma dove poter organizzare alcuni eventi YouTube dedicati a YouTubers italiani che, con i loro canali, contano tra i 1.000 e i 100.000 iscritti. Fin da subito la location è piaciuta molto sia per l’originalità della struttura architettonica che per la versatilità degli spazi, che ben si adattavano ai diversi momenti di incontro e scambio di idee previsti dagli organizzatori.”


Cosa ha fatto la differenza? Cosa ha fatto propendere la scelta di Google su i-Work in Rome?  

“Sicuramente la centralità della zona e la bellezza della struttura hanno inciso molto sulla scelta, ma credo che ciò che abbia fatto veramente la differenza sia stata l’idea di venir ospitati in una struttura unica nel suo genere, con un perfetto equilibrio tra storia e modernità. Qualcosa di molto diverso, ad esempio, dagli spazi presenti negli hotel o nei centri congressi”. 

Spiegaci meglio. Come avete ideato l’organizzazione? 

“Abbiamo proposto di organizzare le Roundtables con gli YouTubers in tre sale diverse del nostro Centro, tutte collegate tra loro attraverso la suggestiva Corte interna di Palazzo Albertoni Spinola, sulla quale si è ricongiunta infine, come un ideale trait d’union, la quarta sala con la musica e il buffet in cui si è svolto il Creator Connect Event, ovvero il momento social in cui tutti gli YouTubers si sono ritrovati per conoscersi tra loro e scambiarsi idee e consigli. 
Quando poi ho proposto di sviluppare il momento social tra l’interno della sala e l’antistante Vicolo Capizucchi, un vero e proprio angolo di “Roma sparita”, si sono convinti definitivamente… 😊 “ 

Che tematica e finalità hanno gli eventi YouTube che avete ospitato? 

“Le “Creator to Creator Roundtables” sono delle discussioni aperte tra YouTubers su tematiche inerenti lo sviluppo del pubblico e l’espansione del canale, condotte e mediate dai locali Ambasciatori di YouTube. 

La seconda parte, il “Creator Connect”, ha lo scopo di far socializzare gli YouTubers tra loro incoraggiando la condivisione della propria esperienza personale e delle conoscenze acquisite. Ha incluso sessioni di networking con il team di YouTube e gli altri Creator.” 


Che risposta avete avuto dai partecipanti e dai promotori dell’evento? 

“C’è stata un’ottima risposta sia in termini di partecipazione che di soddisfazione rispetto alla location e all’organizzazione. Anche per noi dello staff è stato molto divertente e stimolante partecipare, seppur dall’esterno, a questa iniziativa che – lo ricordo – ha rappresentato la tappa italiana del tour organizzato da YouTube per i suoi Creator. 

Abbiamo fatto la conoscenza di molti giovani e meno giovani, provenienti da tutta Italia, che ogni giorno si dedicano con entusiasmo alle loro passioni, e che, con impegno e costanza, sono riusciti a farne un vero e proprio business. Alcuni di loro ci hanno raccontato la propria esperienza, come è iniziata e come si è sviluppata, e devo dire che è stato un momento di arricchimento e socializzazione per tutti.”

3 commenti:

stefano catanzaro ha detto...

Complimenti. Avevo vistato la struttura unica nel suo genere.

Gianluca Mastroianni ha detto...

Io ho avuto il piacere di vederla un anno fa, uno spazio davvero esclusivo in una zona di Roma, direi unica al mondo.
Brava Emanuela e complimenti allo staff di i Work in Rome.

Lilli Stomeo ha detto...

Che meraviglia! Complimenti. È la dimostrazione di come la flessibilità offerta dagli spazi dei nostri centri sia la risposta giusta al moderno mondo del lavoro. Cresciamo, ci evolviamo e ci moduliamo insieme ai professionisti che vengono da noi per trovare spazio, competenza, idee e qualità.