11 aprile 2017

Business Center aperti oltre l'orario di lavoro

Poche settimane fa vi abbiamo segnalato questo articolo dal titolo analisi del titolo Regus e aspettative future. Articolo originale in lingua inglese pubblicato sul sito Allwork.
Oggi, sempre grazie al contributo dei colleghi di Brescia di Centrufficio, pubblichiamo questo articolo, titolo originale:

Workspace After Hours, Are They Even Worth The Extra Costs?

Di cosa si parla? Della necessità per i gestori di business center di valutare l'opportunità di tenere aperto il business center che offre uffici a tempo e sale riunioni la sera e nei giorni festivi.

Negli Stati Uniti, e io aggiungerei anche in Italia, considerando le richieste che riceviamo noi di Ufficiarredati.it, cresce la domanda di spazi fuori orario "standard".
La mattina dalle ore 7 vogliono le sale i professionisti ad esempio che aderiscono a Bni per fare relazione e colazione insieme, molte aziende con sedi all'estero hanno bisogno di orari particolari condizionati dal fuso orario delle sedi centrali.

La sera e nei week end sono spesso professionisti a richiedere le sale riunioni per incontrare altri professionisti. Mi viene in mente questa location di Milano che tempo fa ho visitato con accesso H24 e che risponde perfettamente agli spunti dell'articolo.

Una società statunitense di intermediazione tra domanda ed offerta di spazi lavoro e domiciliazione a livello mondiale  ha rilevato che un numero significativo di prenotazioni di sale riunioni non si concretizza perchè i gestori degli spazi di lavoro non offrono disponibilità nel weekend o dopo l'orario di chiusura.
"Se modificassero gli orari di operatività, dello spazio ufficio e della sala riunioni, i gestori potrebbero incrementare il loro fatturato del 10%-20%" conclude il resoconto.



Tuttavia, sebbene l'estensione delle ore di operatività potrebbe portare ad un aumento del fatturato, ciò comporta anche dei costi extra. Per capire meglio se l'eventuale aggiunta di ulteriori ore nel corso della settimana e l'apertura durante i weekend possono essere una decisione commerciale intelligente, l'autore dell'articolo ne ha parlato con Martin Senn, Co-fondatore e CEO di Davinci Virtual Office Solutions, la società che ha evidenziato questo fenomeno.

"È una decisione commerciale che vale assolutamente la pena di valutare. Nella mia esperienza, la maggior parte degli operatori dei business center tradizionali sono ancora fissati in qualche modo sull'idea che il business avvenga tra le 9 e le 17. Tuttavia, il business non funziona più in questo modo."

"Per come la vedo io, il costo iniziale per adattarsi a questi requisiti commerciali è un investimento che si rivela proficuo nel lungo termine. Altrimenti, non solo perderete le prenotazioni delle sale riunioni, ma perderete anche l'opportunità di offrire servizi al cliente su più livelli."

Si tratta del costo della perdita di un'opportunità, per così dire, se ad oggi non state offrendo un'estensione degli orari di operatività.

"Potete fare tutti i conti che volete, ma se desiderate essere competitivi nel mercato odierno - che è completamente guidato dai clienti - allora dovete fornirgli quello che stanno cercando oppure lo troveranno altrove." 

Nel settore dello spazio di lavoro come servizio è evidente una richiesta di ore extra e di ore durante i weekend. Vi è anche la richiesta di sale riunioni più grandi e di servizi catering. Pertanto, come fornitori di spazi di lavoro, dovreste essere in grado di fornire questi servizi nel vostro mercato.

Non si tratta solo di prolungare gli orari di apertura. Si tratta di essere in grado di competere in un mercato competitivo. Se la vostra preoccupazione sono i costi extra necessari per pagare il personale, le strutture e qualsiasi spesa in cui potreste incorrere rimanendo aperti più a lungo e durante i weekend, Senn smentisce queste preoccupazioni: "Posso garantirvi che i clienti oggi non si aspettano che una prenotazione oltre l'orario di chiusura o nei weekend abbia lo stesso prezzo che avrebbe nelle ore lavorative "tradizionali". Molti dei nostri partner, se non tutti, applicano una maggiorazione delle tariffe fino al 50% per le ore dopo gli orari di chisura e per i weekend ed i clienti pagano perchè nessun altro offre questi servizi, quindi le pagano anche se ad un prezzo maggiorato."

Secondo Senn, i fornitori di spazi di lavoro possono applicare una maggiorazione per uniformare i costi delle ore extra di operatività. L'altra domanda da porsi è: chi sono le persone in cerca di sale riunioni da utilizzare in orari non convenzionali? Come possiamo trovarle? O ancora meglio, come possono trovarci? Su questo argomento, Senn commenta i benefici di avere un inventario in tempo reale su un sito di prenotazione disponibile 24/7.

"Per i gestori che mettono a disposizione i propri spazi 24/7 tramite una modalità automatica si tratta di un vantaggio importante. La nostra ricerca ha riscontrato che coloro che hanno una piattaforma di prenotazione in in tempo reale hanno tassi di prenotazione più elevati del 49% rispetto a quelli che non hanno un inventario di tale genere."
I benefici vanno ben oltre le possibilità di chiudere un contratto, spiega Senn.


 
"Piattaforme di prenotazione in tempo reale generano un valore di prenotazione più elevato. Gli spazi dotati di tali inventari registrano prenotazioni con una media di $193, mentre la media di quelli che hanno un sistema di prenotazione solo on-demand è pari a $140. Ciò rappresenta un tasso di inventario più elevato del 38%."

Chi si avvale di questa modalità di prenotazione? I clienti importanti, quelli che portano ad opportunità commerciali aggiuntive.
"I clienti in cerca di prenotazioni durante il weekend o dopo l'orario di chiusura in genere hanno bisogno di uno spazio per maggior tempo. Tendono anche ad aver bisogno di spazi più ampi per incontri di formazione, workshop, seminari od eventi. Si tratta di incontri con un valore maggiore che implicano più ore, più catering e strumenti aggiuntivi."

Quindi, per rispondere alla domanda: gli spazi di lavoro disponibili oltre l'orario di chiusura valgono i costi extra? 
Sì, perchè non è questione di costi. Si tratta di un'opportunità e di rimanere competitivi sul mercato.